tratta

tràt|ta
s.f.
av. 1313 nell'accez. 5; der. di 2tratto; nell’accez. 9 cfr. loc. lettera tratta.


1. OB il tirare, l’azione di trarre e l’estensione o la quantità di ciò che si è tirato: dare una tratta alla corda
2. OB LE nella tortura della corda, strappo, strattone dato alla corda stessa: il giudice … fattolo legare alla colla, parecchie tratte … gli fece dare (Boccaccio)
3. OB LE lo spazio percorso da un oggetto scagliato: surgendo l’aurora e alquanto rendendo il cielo più chiaro, si videro forse per una tratta d’arco vicini alla nave (Boccaccio) | estens., distanza, spazio che intercorre tra due persone, due luoghi, due cose: era già … | gran tratta da’ compagni allontanato (Poliziano) | OB estens., intervallo di tempo
4. CO tratto di linea autoferrotranviaria: tratta urbana, tratta suburbana, la tratta Milano-Roma
5. OB LE fila: e dietro la venia sì lunga tratta | di gente, ch’i’ non avrei creduto | che morte tanta n’avesse disfatta (Dante)
6. TS pesc. pesca con la sciabica | => 1sciabica
7. OB esportazione di merci; licenza, dazio di esportazione: aprire, chiudere la tratta, permettere o vietare l’esportazione
8a. CO compravendita di persone ridotte in schiavitù: tratta dei negri, tratta degli schiavi
8b. CO attività consistente nel trasferire persone da uno stato in un altro per avviarle alla prostituzione o a scopo di lucro e sfruttamento, considerata nel primo caso giuridicamente un delitto: tratta dei minori, tratta degli extracomunitari
8c. CO collocazione illecita di manodopera attuata a scopo di lucro
9. TS dir.comm. cambiale che contiene l’ordine di pagare a una determinata persona una certa somma a una scadenza indicata (abbr. Tr.)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità