treccia

tréc|cia
s.f.
sec. XIII; etim. incerta, forse lat. *trĭchĭa(m), dal gr. tardo trikhía “corda”.

AU
1. gruppo di tre ciocche di capelli lunghi, intrecciate in modo alternato, che costituiscono un’acconciatura tipicamente femminile: farsi la treccia, le trecce, portare le trecce
2a. estens., intreccio di fili, nastri o strisce di pelle, cuoio e sim.
2b. TS tess. passamano ottenuto intrecciando più fili | gruppo di fili da cucito multicolori, intrecciati, che vengono sfilati all’occorrenza
2c. TS artig. nella fabbricazione dei cappelli di paglia, insieme di fili intrecciati pronti per la confezione del cappello
2d. TS elettr. cordone formato da due o tre fili elettrici avvolti l’uno intorno all’altro
3. TS arch. motivo decorativo, dipinto o scolpito, che ricorda la forma di una treccia
4. CO pane lavorato in forma di treccia | tipo di mozzarella che ha tale forma
5. CO filza di frutti secchi; resta: una treccia di fichi, di aglio
6. TS mat. figura avente determinate proprietà topologiche
7. TS sport nella pallacanestro, esercizio preparatorio per migliorare la tecnica del passaggio in corsa, effettuato da tre o più giocatori che eseguono spostamenti incrociati
8. OB muta di cavalli o di altri animali che si facevano correre in circoli intrecciati sull’aia, per trebbiare i cereali
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità