umido

ù|mi|do
agg., s.m.
1304-08; dal lat. hūmĭdu(m), der. di humēre “essere umido”.


AU
1. agg., leggermente bagnato o impregnato di acqua o di altro liquido: capelli umidi per la pioggia, mani umide di sudore, pulire con un panno umido
2. agg., di aria, vento, clima e sim., che contiene vapore acqueo in quantità superiore alla norma | estens., che è caratterizzato da aria, vento e sim. con un alto tasso di umidità: tempo umido, giornata umida
3. agg. BU lett., che contiene acqua
4. s.m. CO solo sing., umidità: l’umido rovina i mobili
5. s.m. CO solo sing., metodo di cottura di cibi in sugo aromatico piuttosto denso, usato spec. nella preparazione di carni e pesce | la vivanda stessa cotta o condita con tale condimento

Polirematiche

fotocopiatrice a umido
loc.s.f.
TS tecn.
f. il cui funzionamento si basa su procedimento fotografico, attualmente non più in uso.
in umido
loc.agg.inv.
CO
che è cotto in un sugo piuttosto denso: patate, stufato, cernia in umido; anche loc.avv.: cucinare in umido
lavare a umido
loc.v.
BU
l. con acqua e sostanze detergenti
stufatura a umido
loc.s.f.
TS zoot.
operazione con cui si uccide la crisalide del baco da seta prima che si trasformi in farfalla, sottoponendo i bozzoli posti in stufe all’azione del vapore acqueo
umido radicale
loc.s.m.
TS filos.
nel pensiero scientifico medievale, il principio della vita fisica degli esseri viventi.
zona umida
loc.s.f.
TS geogr.
ambiente costituito da terreni capaci di assorbire e trattenere grandi quantità d’acqua
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità