urgenza

ur|gèn|za
s.f.
av. 1565; dal lat. tardo urgĕntĭa(m), v. anche urgere.


AU
1a. l’essere urgente; necessità impellente, inderogabile: avere urgenza di partire, non c’è urgenza, discutere sull’urgenza del caso | fare urgenza a qcn., sollecitarlo in modo pressante
1b. situazione grave, che richiede un intervento immediato: se c’è un’urgenza, telefonatemi
2. estrema rapidità, sollecitudine: intervenire con urgenza

Polirematiche

chirurgia d’urgenza
loc.s.f.
TS chir.
quella che si occupa degli interventi chirurgici di pronto soccorso, spec. di origine traumatica, come ferite, fratture, ustioni, ecc.
decretazione d’urgenza
loc.s.f.
TS dir.
l’emanazione, in casi di particolare urgenza, da parte del potere esecutivo, di provvedimenti di competenza del potere legislativo.
d’urgenza
loc.avv.
loc.agg.inv. CO
1. loc.avv., con urgenza, nel modo più rapido possibile: partire d’urgenza, essere ricoverato d’urgenza
2. loc.agg.inv., urgente: intervento d’urgenza
provvedimento d’urgenza
loc.s.m.
TS dir.
p. adottato dal giudice su richiesta di chi teme di poter subire un pregiudizio irreversibile nelle more del giudizio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità