valle

vàl|le
s.f.
1304-08; lat. valle(m).

AU
1. AU ampia e profonda depressione della superficie terrestre delimitata da due pendici montuose e percorsa generalmente da un corso d’acqua: valle soleggiata, fertile, valle con molti centri abitati, valle esposta a Nord; con iniz. maiusc., in alcuni toponimi: V. d’Aosta, Valdarno
2. TS geogr. depressione paludosa vicino al delta di un fiume o a una laguna: le valli di Comacchio; valle da pesca, zona di laguna chiusa in cui si pratica la vallicoltura
3. TS geogr. insenatura lunga e stretta originata da un bradisismo positivo, tipica delle coste dell’Istria e della Dalmazia
4. LE fig., il mondo terreno inteso come luogo di sofferenza: al passar questa valle | piacciavi porre giù l’odio e lo sdegno (Petrarca) | condizione misera e dolorosa: la compagnia malvagia e scempia | con la qual tu cadrai in questa valle (Dante)
5. TS mar. concavità dell’onda compresa tra due creste
6. TS med. depressione, infossamento

Polirematiche

a valle
loc.avv.
loc.agg.inv. CO
1. loc.avv., verso il basso di un pendio, di un monte: sciare tenendo il peso a valle; posteriormente rispetto a un punto di riferimento: la strada è interrotta a valle
2. loc.agg.inv., che si colloca dopo nello spazio o nel tempo: è tutto bloccato per una frana a valle
a valle di
loc.prep.
CO
per indicare la parte più vicina alla foce di un fiume, rispetto a un punto determinato: il Po a valle di Torino; anche fig.: una questione a valle del problema
brezza di valle
loc.s.f.
TS meteor.
nelle zone montane, quella che di giorno spira dalle quote basse verso quelle alte
giglio delle valli
loc.s.m.
TS bot.com.
=> 1mughetto
sorgente di valle
loc.s.f.
TS geol.
=> sorgente di emergenza
valle di lacrime
loc.s.f.
CO
fig., la Terra, intesa come luogo di sofferenza ed espiazione.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità