vaso

|ṣo
s.m.
av. 1294; lat. vasu(m), var. di vas s.nt.

AU
1a. recipiente di forma e materiale vari, impiegato per contenere sostanze liquide o incoerenti o a scopo ornamentale: vaso di porcellana, di cristallo, di rame, di terracotta; vaso fittile, un antico vaso etrusco, un prezioso vaso cinese; svuotare, riempire un vaso; vaso traboccante
1b. recipiente di cristallo, ceramica, ecc., in cui si mettono i fiori recisi, spec. per mantenerli freschi più a lungo immergendone i gambi nell’acqua: vaso da fiori, sistemare i fiori in un vaso, cambiare l’acqua nel vaso delle rose
2. recipiente di terracotta, a forma di tronco di cono rovesciato o di parallelepipedo rettangolare, forato alla base e colmato di terriccio, in cui si coltivano piante o fiori: un vaso di gerani sulla finestra, sistemare i vasi sul balcone
3. contenitore di forma cilindrica, spec. di vetro, per conservare prodotti alimentari o di altro genere: un vaso di miele, di pesche sciroppate; vaso da conserva, dotato di chiusura ermetica
4. estens., quantità di sostanza che può essere contenuta in tale recipiente: mangiarsi un vaso di marmellata
5. CO orinale
6. CO nei servizi igienici, water
7. BU lett., la parte più interna di un ambiente, una sala, un teatro e sim.
8. TS fig., sede, punto di raccolta: colui che fu de tutti i vizi il vaso (Ariosto) | LE relig. l’anima, in quanto ricettacolo di qualità spirituali
9. TS anat. struttura tubulare in cui circolano i liquidi dell’organismo, in particolare il sangue e la linfa; grandi vasi, le vene e le arterie
10. TS bot. => trachea
11. TS mar. ciascuna delle due travi longitudinali di acciaio o di legno che costituiscono gli elementi fondamentali della invasatura di una nave durante il varo
12. TS tess. recipiente in cui viene raccolto il filato semilavorato che esce dalle carde o dalle macchine di preparazione alla filatura
13. TS agr. forma di coltivazione, impiegata spec. per gli alberi da frutta, in cui le branche si dipartono in modo tale da far assumere alla chioma una forma che ricorda quella di una coppa

Polirematiche

vasi comunicanti
loc.s.m.pl.
TS fis.
principio in base al quale, dato un sistema di recipienti intercomunicanti, se la pressione che agisce sulle superfici libere dei liquidi in essi contenuti è la stessa e i liquidi hanno lo stesso peso specifico, questi si portano alla medesima altezza nei diversi recipienti, mentre, se i loro pesi specifici sono diversi, le altezze da essi raggiunte sono inversamente proporzionali a tali pesi
vasi intercomunicanti
loc.s.m.pl.
TS fis.
=> vasi comunicanti
vaso afferente
loc.s.m.
TS anat.
v. che penetra in un organo per portarvi il sangue o la linfa
vaso arterioso
loc.s.m.
TS anat.
=> arteria
vaso capillare
loc.s.m.
TS anat.
v. di calibro microscopico con parete ridotta a un unico strato di cellule endoteliali | => capillare sanguifero
vaso da notte
loc.s.m.
CO
orinale, pitale
vaso d’elezione
loc.s.m.
TS relig.
appellativo dato a san Paolo, in quanto strumento scelto da Gesù per diffondere il suo nome tra le genti
vaso di cantina
loc.s.m.
TS enol.
=> vaso vinario
vaso di coccio
loc.s.m.
CO
persona fragile e debole di carattere, spec. in contrapposizione ad altre dal temperamento forte che la circondano
vaso di Pandora
loc.s.m.
CO
situazione da cui può avere origine una serie di mali e sciagure
vaso efferente
loc.s.m.
TS anat.
v. che porta il sangue o la linfa fuori da un organo
vaso linfatico
loc.s.m.
TS anat.
ciascuno dei vasi che hanno origine nella struttura intima dei tessuti, indipendentemente dai capillari sanguigni, e che, con i linfonodi, formano il sistema linfatico che trasporta la linfa dell’organismo alle vene succlavie
vaso murrino
loc.s.m.
TS archeol.
ciascuno dei vasi o tazze tagliati in murra, dalle pareti sottili e talvolta scolpite all’esterno, usati dagli antichi Romani per le bevande calde
vaso oleario
loc.s.m.
TS archeol.
v. destinato a contenere l’olio, spec. presso gli antichi Romani
vaso pontico
loc.s.m.
TS archeol.
ciascuno dei vasi dipinti a figure nere, rinvenuti nell’Etruria meridionale ma ritenuti da alcuni originari del Ponto, risalenti alla seconda metà del VI sec. a.C.
vaso potorio
loc.s.m.
TS archeol.
recipiente usato nell’antichità per bere
vaso sacro
loc.s.m.
TS lit.
ciascuno dei recipienti, come il calice, la pisside, l’ostensorio, ecc., destinati alla celebrazione della messa o alla conservazione delle specie eucaristiche
vaso sanguifero
loc.s.m.
TS anat.
=> vaso sanguigno
vaso sanguigno
loc.s.m.
TS anat.
ciascuno dei condotti nei quali circola il sangue, distinti in arterie, arteriole, capillari arteriosi, vene, venule e capillari venosi
vaso venoso
loc.s.m.
TS anat.
=> 1vena
vaso vinario
loc.s.m.
TS enol.
ciascuno dei recipienti, come botti, tini, vasche, ecc., impiegati per la produzione e conservazione del vino
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità