vassallo

vas|sàl|lo
s.m., agg.
1303; dal lat. mediev. vassallu(m), der. di vassus “servo”, di orig. celt.


1. s.m. TS stor. in età feudale, chi, dietro giuramento di fedeltà, riceveva l’investitura di un feudo dal signore, al quale restava legato da un rapporto di dipendenza ricevendone in cambio protezione
2a. s.m. CO estens., chi è strettamente dipendente dalla volontà e dalle decisioni altrui: i vassalli di un potente uomo politico | spreg., servo: trattare tutti come vassalli
2b. agg. TS dir.intern. di stato, che è in rapporto giuridico di subordinazione rispetto a un altro: nazione vassalla, paesi vassalli
3. s.m. OB LE aiutante, garzone: i cuoci a’ lor vassalli | fanno attuffare in mezzo alla caldaia | la carne (Dante)
4. s.m. RE merid., birbante, briccone
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità