ventidue

ven|ti||e
agg.num.card.inv., s.m. e f.inv., s.f.pl.
1348-53; comp. di venti e due.


CO
1. agg.num.card.inv., che è pari a due decine e due unità (nella numerazione araba rappresentato con 22, in quella romana con XXII): mancano ancora ventidue chilometri | con sost. sottinteso: ne ha appena compiuti ventidue, ventidue anni
2. agg.num.card.inv., posposto a determinati sost. con valore di num.ord., ventiduesimo: pagina, capitolo ventidue, interno ventidue | con il sost. sottinteso: ti aspetto al ventidue di via Roma
3. s.m.inv., numero pari a venti più due: il ventidue a me porta bene | il segno che rappresenta tale numero: scrivi ventidue
4. s.m.inv., il ventiduesimo giorno del mese: parto il ventidue | il ventiduesimo anno di un secolo: mio nonno è del ventidue, è nato nel 1922
5. s.f.pl., la decima ora dopo mezzogiorno: il film inizia alle ventidue; anche agg.inv.: sono le ore ventidue
6. s.m.inv., arma di calibro ventidue | s.f.inv., pistola di tale calibro
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità