ventiquattro

ven|ti|quàt|tro
agg.num.card.inv., s.m.inv., s.f.pl.
1304-08; comp. di venti e quattro.


 AU 
1. agg.num.card.inv., che è pari a due decine e quattro unità (nella numerazione araba rappresentato con 24, in quella romana con XXIV): ventiquattro ettari coltivati a grano | con sost. sottinteso: ne ha appena compiuti ventiquattro, ventiquattro anni
2. agg.num.card.inv., posposto a determinati sost. con valore di num.ord., ventiquattresimo: pagina, capitolo ventiquattro | con il sost. sottinteso: ci vediamo al ventiquattro di via Bologna
3. s.m.inv., numero pari a venti più quattro: il ventiquattro è un numero pari | il segno che rappresenta tale numero: scrivi ventiquattro
4. s.m.inv., il ventiquattresimo giorno del mese: tornerò per il ventiquattro | il ventiquattresimo anno di un secolo: i miei nonni sono del ventiquattro, sono nati nel 1924
5. s.f.pl., mezzanotte: manca poco alle ventiquattro


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità