verità

ve|ri|
s.f.inv.
av. 1294 nell'accez. 2; lat. veritāte(m), v. anche vero.


FO
1. l’essere vero, caratteristica di ciò che è conforme alla realtà: verità di una notizia, non credere alla verità di un’affermazione; anche in funz. agg.inv.: libro verità, televisione verità
2a. ciò che è vero in senso assoluto o in relazione con determinati fatti: la ricerca della verità, sapere, ignorare la verità, tacere, dire la verità, la pura, la sacrosanta verità, tutta la verità | in loc.pragm.: di’, dica, dite la verità, per invitare qcn. a parlare senza reticenze; a dire la verità, per dire la verità, per attenuare un’affermazione, un giudizio precedente
2b. affermazione o conoscenza che corrisponde a un concetto ideale del vero: le verità della fede, della scienza, una verità indiscutibile, incontestabile, dire una grande, una profonda verità; una mezza verità, un’asserzione non completamente vera
3. BU sincerità, buonafede

Polirematiche

bocca della verità
loc.s.f.
CO
persona sincera
funzione di verità
loc.s.f.
TS log.
f. logica che ha come valori di verità vero e falso ed è espressa da una proposizione complessa ottenuta da proposizioni più semplici
in verità
loc.avv.
CO
in realtà, a dire il vero: io, in verità, non ne so niente
macchina della verità
loc.s.f.
CO
m. che registra le reazioni emotive di chi è sottoposto a interrogatorio per cercare di dedurre se le risposte sono sincere o no
ora della verità
loc.s.f.
CO
fig., momento inevitabile e cruciale in cui si è costretti a risolvere determinate questioni, spec. gravose: finalmente è arrivata l’ora della verità tra noi due!
per la verità
loc.avv.
CO
in verità
siero della verità
loc.s.m.
TS med.
soluzione iniettabile capace di rimuovere le inibizioni e favorire la disponibilità al dialogo, ritenuta in psicoterapia un valido sussidio
tabella di verità
loc.s.f.
TS log.
=> tavola di verità
tavola di verità
loc.s.f.
1. TS log. tabella con la quale è possibile calcolare il valore di verità (V, vero; F, falso) di un qualunque enunciato composto, in funzione dei valori di verità (V o F) degli enunciati semplici di cui è costituito
2. TS elettron. tabella che riporta i valori logici delle uscite di un circuito logico o digitale in corrispondenza delle diverse combinazioni di valore che si possono trovare sugli ingressi
valore di verità
loc.s.m.
TS log.
nelle logiche bivalenti, uno dei due attributi, vero o falso, di un enunciato
verità di fatto
loc.s.f.inv.
TS filos.
v. che deve essere accertata mediante l’esperienza
verità di ragione
loc.s.f.inv.
TS filos.
v. che non dipende dall’esperienza
verità rivelata
loc.s.f.
TS teol.
v., di per sé inconoscibile dall’intelletto umano, che Dio stesso ha fatto conoscere agli uomini attraverso la rivelazione.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità