verme

vèr|me
s.m.
2ª metà XIII sec; lat. vĕrme(m).


1a. AU piccolo animale invertebrato, privo di zampe, con corpo di forma allungata e di consistenza molle, contrattile | strisciare come un verme, umiliarsi, comportarsi in modo smaccatamente servile; essere nudo come un verme, completamente nudo
1b. TS zool.com. nome comune delle specie dei phyla degli Anellidi, dei Nematodi, dei Nematomorfi, dei Nemertei e dei Platelminti
2. CO al pl., pop., parassiti intestinali: avere i vermi | larve vermiformi di insetti, spec. dei Ditteri: la carne, il formaggio ha fatto i vermi
3. CO fig., persona spregevole, vile, abietta: essere un verme; sentirsi un verme, provare un profondo senso di rimorso, di vergogna o una netta sensazione di inferiorità nei confronti di qcn.
4. BU fig., sentimento, passione che rode, che consuma: il verme dell’invidia
5. TS anat. struttura anatomica vermiforme
6. TS tecn. filettatura a spirale della vite
7. TS mar. cima sottile che viene passata tra i legnoli di un cavo per renderlo liscio prima di fasciarlo
8. TS tipogr. => canaletto
9. TS ling. in crittografia, sequenza numerica che indica gli alfabeti segreti usati per sostituire le lettere alfabetiche del messaggio di partenza, indispensabile per la decifrazione del crittogramma

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità