1versare

ver||re
v.tr.
2ª metà XIII sec; dal lat. vĕrsāre “1voltare, 1girare”, da vertĕre “volgere”.


FO
1a. far uscire il liquido contenuto in un recipiente: versare l’acqua dal secchio | mescere: versare il vino nei bicchieri, versare da bere a qcn.; versare il brodo, la minestra, servirla nei piatti con il mestolo | far uscire da un contenitore, spargere una sostanza incoerente: versare la segatura, la sabbia | fig., versare lacrime, piangere; versare sangue, sanguinare; versare il proprio sangue per qcn. o per qcs., sacrificarsi, immolarsi; versare sangue innocente, uccidere, fare strage di innocenti; versare fiumi d’inchiostro, scrivere o pubblicare molto
1b. estens., rovesciare, inavvertitamente o per sbadataggine, un liquido o altre sostanze fuori da un recipiente, ecc.: versare il caffè sulla tovaglia
1c. CO estens., lasciar uscire, perdere: la ferita versa sangue, la cisterna versava acqua
2. CO far affluire, riversare: il Ticino versa le sue acque nel Po
3. LE fig., effondere, confidare: qui tutta verso del dolor la piena (Foscolo)
4. FO depositare una somma di denaro: versare lo stipendio in banca | corrispondere, pagare: versare l’ultima rata, un acconto
5. OB LE volgere, cambiare: se giudizio o forza di destino | vuol pur che il mondo versi | i bianchi fiori in persi, | cader co’ buoni è pur di lode degno (Dante)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità