zio

|o, ẓì|o
s.m.
2ª metà XIII sec; dal lat. tardo thīu(m), dal gr. thêios.


1. FO fratello di uno dei genitori, considerato rispetto ai loro figli; marito della zia: lo zio di Carlo; mio zio; ha visto suo zio, ha visto lo zio; può precedere un nome proprio: (lo) zio Franco; zio materno, paterno, fratello rispettivamente della madre o del padre | al pl., gli zii, lo z. e la zia
2. RE merid., titolo di rispetto che si dà a uomini anziani o a religiosi: lo zi’ prete; anche iron.
3. CO eufem., spec. in imprecazioni, Dio

Polirematiche

zi’ Beppe
loc.s.m.
RE tosc.
scherz., sedere, deretano
zi’ Peppe
loc.s.m.
DI napol.
scherz., vaso da notte.
zio d’America
loc.s.m.
CO
parente che ha fatto fortuna emigrando in America | estens., parente molto ricco, da cui ci si aspetta un’eredità
zio Sam
loc.s.m.
CO
scherz., personificazione del governo degli Stati Uniti o degli Stati Uniti stessi: lo zio Sam è entrato in guerra
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.