attingere

at|tìn|ge|re
v.tr., v.intr.
av. 1313 nell'accez. 2a; dal lat. attĭngĕre, comp. di ad- "a, verso" e tangĕre "toccare".


AU 
1a. v.tr., prendere, tirare su, spec. acqua, da una fonte, un pozzo o sim. usando un recipiente, un mestolo ecc.: attingere l’acqua; attingere dalla cisterna: trarre dalla cisterna o dalla botte, spec. vino
1b. v.tr., fig., trarre, ricavare: attingere informazioni da una fonte certa; prendere: attingere soldi dalla cassa comune
2a. v.tr. LE toccare, raggiungere: il mar si leva, e quasi il cielo attinge (Ariosto) | v.intr. (avere) arrivare a ottenere qcs.: attingere alla fama
2b. v.tr. LE fig., ottenere, conseguire: quasi del viso e degli occhi di lei dovesse attignere ogni suo bene (Boccaccio) | arrivare a comprendere, capire

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità