1avaro

a||ro
agg., s.m.
av. 1294; dal lat. avāru(m), prob. connesso con avēre “desiderare molto”.

AD
1a. che, chi dimostra avarizia: un avaro negoziante
1b. agg. , fig., riluttante a concedere favori, a esprimere complimenti, a dare notizie, ecc.
2a. agg. , che dà poco prodotto: un mare avaro di pesci, un albero avaro di frutti
2b. agg. , fig., che non ha aspetti positivi o li ha in quantità irrilevante: una carriera avara di soddisfazioni
3. agg. LE avido: vidi Ciro più di sangue avaro, | che Crasso d’oro (Petrarca)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.