beneficio

be|ne||cio
s.m.
ca. 1274; dal lat. benefĭcĭum, der. di benefacĕre “agire bene, beneficare”.


AU
1a. azione benefica, in senso materiale o morale: concedere, ricevere, rendere, fare un beneficio
1b. favore, vantaggio: grazie alle sue conoscenze gode di molti benefici | giovamento, sollievo, utilità: i benefici del clima, del sonno, della dieta
2. TS dir. effetto positivo derivante da un negozio giuridico: i benefici di un contratto, di un vitalizio | diritto, facoltà: il beneficio della condizionale
3. TS stor. nel Medioevo, la concessione di terra dal feudatario al subordinato che istituisce il rapporto di vassallaggio | estens., feudo
4. TS dir.can. => beneficio ecclesiastico
5. OB esenzione o riduzione di tributi, dazi e sim.: beneficio del transito, delle tare

Polirematiche

a beneficio di
loc.prep.
CO
a vantaggio di, in favore di: raccoglieremo fondi a beneficio dei profughi
analisi costi-benefici
loc.s.f.inv.
TS econ.
tecnica di valutazione della convenienza sociale oltre che economica di un programma di investimenti, spec. nel settore pubblico
beneficio ecclesiastico
loc.s.m.
TS dir.can.
fondo patrimoniale costituito dai beni destinati al mantenimento del titolare di un ufficio ecclesiastico | estens., il complesso dei beni che ne sono oggetto
con beneficio d’inventario
loc.avv.
TS dir.
nella successione, accettazione di un'eredità che tiene distinto il patrimonio del defunto da quello dell'erede | CO fig., con riserva: accettare, ammettere qcs. con beneficio di inventario.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità