bigoncio

bi|gón|cio
s.m.
sec. XIV; lat. *bicŏngĭu(m), comp. di bi- “bi-” e congius “cogno”.


BU
1. recipiente più largo e basso della bigoncia, non svasato e con due fori attraverso i quali viene inserita una pertica per il trasporto a spalla
2. all’ingresso di cinema, teatri e sim., cassetta di legno in cui la maschera mette i tagliandi staccati dai biglietti
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità