bottega

bot||ga
s.f.
in. XII sec.; lat. apothēca(m) “magazzino, deposito”, dal gr. apothḗkē con erronea discrezione dell’art.det.


AU
1a. piccolo negozio, spec. di generi alimentari: una bottega di droghiere
1b. laboratorio di un artigiano: bottega del sarto, del barbiere | in passato, laboratorio, studio in cui un artista istruiva i suoi discepoli: la bottega di Masaccio; l’insieme dei discepoli o ciascuno di essi in quanto autore di un’opera non riconducibile a uno specifico autore | in epoca contemporanea, centro sperimentale per aspiranti artisti: bottega teatrale
2. fam., scherz., abbottonatura dei pantaloni: avere la bottega aperta, sbottonata

Polirematiche

andare a bottega
loc.v.
CO
a. a lavorare come apprendista presso qcn.
aprire bottega
loc.v.
CO
cominciare un commercio, un’attività
Botteghe Oscure
loc.s.f.pl.
CO
gli organi direttivi del Partito Comunista Italiano, dal nome della via, loro sede storica.
casa e bottega
loc.agg.inv.
CO
di qcn., interamente dedito alla famiglia e al lavoro: essere tutto casa e bottega
chiudere bottega
loc.v.
CO
colloq., cessare l’attività
giovane di bottega
loc.s.m.
CO
garzone
mettersi a bottega
loc.v.
OB
iniziare a lavorare come apprendista presso qcn.
ragazzo di bottega
loc.s.m.
CO
commesso, garzone con diverse mansioni
segno di bottega
loc.s.m.
TS graf.
ciascuna delle piccole composizioni grafiche utilizzate dagli artigiani come marchio di fabbrica e dagli stampatori come impresa
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità