1colmo

cól|mo
s.m.
sec. XIV; lat. cŭlme(n), v. anche culmine.

AD
1. il punto più alto di una curvatura, di un rilievo e sim.; cima, sommità
2. fig., il punto di maggiore intensità, il massimo livello: raggiungere il colmo della gioia | il punto estremo: il colmo della vecchiaia; il colmo della maleducazione, il massimo | è il colmo!, questo è il colmo!, per esprimere grande indignazione | spec. in enunciati di barzellette, indovinelli, ecc., ciò che è considerato assurdo, impossibile: qual è il colmo per un fotografo? mettere a fuoco un ghiacciaio!
3. piena, livello di piena
4a. TS edil. => linea di colmo
4b. TS edil. tegola grande e ricurva che serve a ricoprire la sommità del tetto
5. TS ornit. => culmine
6. TS arald. riduzione del capo dello scudo a meno del terzo superiore dello scudo stesso | => cappello
7. OB covone

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.