complemento

com|ple|mén|to
s.m.
av. 1739; dal lat. complemĕntu(m), der. di complēre “riempire”, v. anche compiere.


1. CO ciò che si aggiunge a una cosa per completarla: le dispense sono a complemento del corso
2. TS gramm. ogni elemento che serve a completare la proposizione in quanto ritenuta fondamentalmente composta da soggetto e verbo
3. TS milit. insieme dei militari che completano le unità all’atto della mobilitazione e che sostituiscono le eventuali perdite
4. TS biochim. complesso sistema di proteine del siero sanguigno in grado di interagire nei meccanismi di difesa dell’organismo, attaccando gli agenti esterni, spec. microbici
5. TS mat. il numero che, sommato ad un altro numero, dà il risultato prefissato

Polirematiche

complemento attributivo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che ha la funzione di attribuire, che funge da attributo
complemento circostanziale
loc.s.m.
TS gramm.
ciascuno dei complementi che indicano le circostanze nelle quali si svolge l’azione espressa dal verbo, ad es. il complemento di luogo, il complemento di modo, il complemento di tempo, ecc.
complemento dell’oggetto interno
loc.s.m.
TS gramm.
quello che dipende da un verbo intransitivo e che consta di una parola di significato affine o etimologicamente connesso a quello del verbo (es.: vivere una vita serena)
complemento di abbondanza
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica ciò che si ha in abbondanza, retto dalla prep. di
complemento di agente
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’essere animato da cui è compiuta l’azione espressa da un verbo passivo, retto dalla prep. da o dalla loc. da parte di
complemento di argomento
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’argomento o il tema di cui si parla o scrive, retto dalle prep. di, su o dalle loc. intorno a, a proposito di
complemento di arredo
loc.s.m.
TS arch.
spec. al pl., accessorio decorativo nell’arredamento di una casa
complemento di causa
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il motivo per cui avviene qcs., retto dalle prep. per, di, da o dalle loc. a causa di, a motivo di
complemento di causa efficiente
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’essere inanimato da cui è compiuta l’azione espressa da un verbo passivo, retto dalla prep. da
complemento di circostanza
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento circostanziale
complemento di colpa
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la colpa di cui qcn. è accusato
complemento di compagnia
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’essere animato con cui si è o con cui si fa qcs., retto dalla prep. con o dalle loc. insieme con, insieme a
complemento di danno
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento di svantaggio
complemento di denominazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello costituito da un nome proprio retto da un nome generico mediante la prep. di (es.: la città di Napoli)
complemento di esclusione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica ciò che rimane escluso, retto da senza, fuorché, eccetto, tranne, meno, a eccezione di
complemento di estensione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la misura delle dimensioni in relazione alla lunghezza, alla larghezza o alla profondità
complemento di età
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’età, retto dalle prep. di, a
complemento di fine
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il fine per cui si fa o avviene qcs.
complemento di limitazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il limite, l’ambito entro cui vale ciò che si dice, retto dalle prep. di, in, da, a, per e dalle loc. rispetto a, relativamente a, in rapporto a
complemento di luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica le diverse collocazioni nello spazio di qcn. o qcs.
complemento di luogo figurato
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica le diverse collocazioni in uno spazio astratto, ideale
complemento di maniera
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento di modo
complemento di materia
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la materia di cui è fatta una cosa, retto dalle prep. di, in
complemento di mezzo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la persona o la cosa per mezzo della quale si fa o avviene un’azione, retto dalle prep. con, per, a, in, di o dalle loc. per mezzo di, grazie a
complemento di misura
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la misura di una quantità o di una differenza, retto dalla prep. di
complemento di modo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il modo in cui si fa o avviene qcs., retto dalle prep. con, a, in, per, di o dalle loc. alla maniera di
complemento di moto a luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo verso cui ci si muove o verso cui è diretta un'azione, retto dalle prep. a, da, in, e dalle loc. nei pressi di
complemento di moto da luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo da cui ci si muove o da cui ha inizio un'azione, retto dalle prep. da, di
complemento di moto per luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo attraverso cui ci si muove o attraverso cui si effettua un'azione, retto dalle prep. per, da, in
complemento di origine
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica ciò da cui qcn. o qcs. ha origine, retto dalle prep. da, di
complemento di paragone
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il secondo termine di un confronto, retto da di, che, come, quanto
complemento di pena
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la pena alla quale qcn. è condannato, retto dalle prep. a, di
complemento di prezzo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il valore di qcs., retto dalle prep. a, di, per
complemento di privazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica ciò di cui si è privi, retto dalla prep. di
complemento di qualità
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica una qualità o una caratteristica di qcn. o di qcs., retto dalle prep. di, a, da, con
complemento di quantità
loc.s.m.
TS gramm.
c. che serve a specificare una quantità o misura
complemento di relazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la relazione tra una persona o una cosa e le altre, retto dalle prep. tra, fra, con
complemento di scambio
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica qcn. o qcs. che è al posto di altro, retto dalla prep. per e dalle loc. al posto di, invece di
complemento di scopo
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento di fine
complemento di specificazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che specifica il significato del termine cui si riferisce, retto dalla prep. di
complemento di specificazione possessiva
loc.s.m.
TS gramm.
c. di specificazione che definisce la relazione di possesso
complemento di stato in luogo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il luogo in cui ci si trova o avviene un'azione, retto dalle prep. in, su, a, da, tra, per
complemento di stima
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica quanto una persona o una cosa siano stimati, retto dalle prep. a, di, per
complemento di strumento
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento di mezzo
complemento di svantaggio
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica a svantaggio di chi o di cosa avviene un’azione, retto dalla prep. per e da contro, a danno di
complemento di tempo continuato
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica per quanto tempo dura l’azione espressa dal verbo, retto dalle prep. per, in, da e dalle loc. durante, fino a
complemento di tempo determinato
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica il momento in cui si verifica l’azione espressa dal verbo, retto dalle prep. in, a, per, su o anche durante, al tempo di
complemento di termine
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la persona o la cosa verso cui è diretta l’azione espressa dal verbo, retto dalla prep. a
complemento di unione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’essere inanimato con cui si è o con cui si fa qcs., retto dalla prep. con e dalla loc. insieme con
complemento di vantaggio
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica a vantaggio di chi o di cosa avviene un’azione, retto dalle prep. per, a e dalla loc. a favore di
complemento di vocazione
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica un’invocazione, privo di legami di dipendenza con il resto della proposizione
complemento diretto
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento oggetto
complemento eccettuativo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la persona o la cosa che si eccettua, che si esclude, retto da eccetto, tranne, all’infuori di
complemento illativo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica l’entrata in un luogo
complemento indiretto
loc.s.m.
TS gramm.
ciascuno dei complementi introdotti da una prep. semplice o articolata
complemento limitativo
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento di limitazione
complemento oggetto
loc.s.m.
TS gramm.
quello che determina l’oggetto dell’azione espressa da un verbo transitivo e attivo, di solito unito direttamente a quest’ultimo senza preposizioni
complemento partitivo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica una parte in relazione al tutto
complemento predicativo
loc.s.m.
TS gramm.
quello che costituisce un predicato del soggetto o dell’oggetto
complemento predicativo del soggetto
loc.s.m.
TS gramm.
aggettivo o sostantivo riferito grammaticalmente al soggetto della frase e tale da completare il significato del verbo
complemento predicativo dell’oggetto
loc.s.m.
TS gramm.
aggettivo o sostantivo riferito grammaticalmente al complemento oggetto e tale da completare il significato del verbo
complemento preposizionale
loc.s.m.
TS gramm.
=> complemento indiretto.
ufficiale di complemento
loc.s.m.
TS milit.
u. in servizio temporaneo, spec. durante il servizio di leva o per ricoprire vuoti dell’organico a seconda delle necessità del ministero della difesa (sigla UC)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.