delicato

de|li||to
agg., s.m.
ca. 1274; dal lat. delicātu(m).


AU
1a. agg., che trasmette una sensazione di finezza, di leggerezza, di morbidezza: una stoffa delicata, un tessuto delicato
1b. agg., dai tratti fini, eleganti: mani delicate, viso delicato
1c. agg., di colore, tenue
1d. agg., di cibo, raffinato, ricercato
1e. agg., di profumo, non intenso, lieve, discreto
2. agg., che si rompe facilmente: i bicchieri di cristallo sono molto delicati | che si deteriora, si rovina facilmente: gli indumenti delicati vanno lavati in acqua fredda | s.m. CO spec. al pl., indumento che richiede una particolare cura e attenzione nel lavaggio: detersivo per lana e delicati
3a. agg. AU di persona, gracile, cagionevole di salute: è un bambino delicato
3b. agg. AU di organo o parte del corpo, che è particolarmente sensibile, poco resistente: avere la pelle delicata, gli occhi delicati
4. agg. LE di luogo, ameno: culte pianure e delicati colli, | chiare acque, ombrose ripe e prati molli (Ariosto)
5. agg. AU che rivela finezza e sensibilità: persona di animo delicato, gesto delicato, pensiero delicato
6a. agg. AU di situazione e sim., che richiede tatto e prudenza: la faccenda è delicata e va affrontata con la dovuta cautela, è un momento molto delicato per la politica internazionale
6b. agg. AU che va eseguito con accuratezza, anche perché di particolare importanza: ti ho affidato un compito molto delicato, il progetto è delicato e va seguito con molta attenzione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità