demonio

de||nio
s.m.
2ª metà XIII sec; dal lat. tardo daemŏnĭu(m), dal gr. daimónios propr. “appartenente al demone”.


CO
1. diavolo; per anton., solo sing., anche con iniz. maiusc., Lucifero, capo degli angeli che, nella tradizione cristiana, si ribellò a Dio, peccando di orgoglio
2a. fig., persona particolarmente perversa e crudele: è stato un demonio per la crudeltà dimostrata
2b. fig., persona scaltra e particolarmente abile in un determinato campo: è un demonio negli affari
2c. fig., persona che esercita una forte malia, che ha un grande potere di seduzione: quella donna è un demonio
2d. fig., persona molto nervosa e irascibile: non gli si può fare neppure un’osservazione, che demonio di un uomo!
2e. fig., persona particolarmente irrequieta, esuberante, indiavolata: quella bambina è proprio un demonio!
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità