diciannove

di|cian||ve
agg.num.card.inv., s.m.inv., s.f. pl.
1211; loc. lat. dĕce(m) ac nŏve(m) propr. “dieci e nove”, sostitutiva di undeviginti.


agg.num.card.inv. AD , s.m.inv., s.f.pl.
1. agg.num.card.inv. , che è pari a una decina e nove unità (nella numerazione araba rappresentato con 19, in quella romana con XIX): un bambino che pesa diciannove chili, una profondità di diciannove cm | come componente di numeri: diciannovemila, millediciannove | con sost. sottinteso: ha compiuto da poco i diciannove, i diciannove anni
2. agg.num.card.inv. , posposto a determinati sost. con valore di num.ord., diciannovesimo: pagina, capitolo diciannove | con il sost. sottinteso: abita al diciannove di via delle Primule
3. s.m.inv. , numero pari a dieci più nove: il diciannove è un numero dispari, quindici più quattro fa diciannove, contare fino a diciannove | il segno che rappresenta tale numero: scrivere diciannove
4a. s.m.inv. , diciannovesimo giorno del mese: ci vedremo il diciannove del prossimo mese, il diciannove di giugno
4b. s.m.inv. , diciannovesimo anno di un secolo: mia nonna è del diciannove, è nata nel 1919
5. s.f.pl. , le ore sette del pomeriggio: l’orario di visita è dalle diciannove alle venti; anche agg.inv.: le ore diciannove
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità