diradare

di|ra||re
v.tr. e intr.
av. 1321 nell'accez. 2; der. di 1rado con 1di- e 1-are.


CO
1a. v.tr., rendere meno fitto: diradare una piantagione
1b. v.tr., rendere meno frequente: diradare le visite a un conoscente
2. v.intr. (essere) diradarsi: la nebbia dirada
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità