discriminare

di|scri|mi||re
v.tr.
sec. XIV nell'accez. 4; dal lat. discrīmĭnāre, v. anche discrimine.


CO
1. distinguere, differenziare: la storia non può discriminare i fatti in buoni e cattivi
2. fare una discriminazione di carattere sociale, razziale o sim.; adottare nei confronti di qcs. o di qcn. un comportamento che, in quanto diverso da quello abituale, denota una disparità di giudizio: nel mondo del lavoro le donne vengono discriminate
3a. TS dir. dichiarare esente da responsabilità amministrativa o penale tramite un provvedimento di discriminazione
3b. TS dir. privare un certo comportamento del carattere di reato, o ridurre la responsabilità del colpevole
3c. TS dir. estens., non applicare, in virtù di particolari motivi, a persone o circostanze i provvedimenti previsti per la categoria alla quale appartengono
4. OB di capelli, separare, dividere con la scriminatura
5. TS elettron. separare un segnale da un altro
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità