discutere

di|scù|te|re
v.tr. e intr.
av. 1364; dal lat. discŭtĕre propr. “staccare scuotendo”, comp. di dis- “qua e là” e quatĕre “scuotere”.


FO
1a. v.tr., esaminare un problema, una questione o sim., da parte di due o più persone che mettono a confronto pareri e punti di vista differenti spec. per arrivare a una conclusione o una decisione comune: discutere una proposta di legge, il piano, il bilancio dell’azienda, la pianificazione di un lavoro
1b. v.intr. (avere) dibattere di qcs.: discutere di politica, sono anni che si discute su questo problema, forse è il caso di discutere con calma | estens., conversare, colloquiare, chiacchierare di un dato argomento: discutere di cinema; anche ass.: abbiamo discusso per tutta la sera
2. v.tr., muovere obiezioni, esprimere riserve; mettere in dubbio, in discussione: non è il momento di discutere le mie affermazioni, non discuto certo il tuo diritto di fare quello che credi, non ammettono che si discutano i loro ordini; anche ass.: non discuto più
3. v.tr., ass., litigare, bisticciare: smettetela di discutere, vi pare il caso!

Polirematiche

discutere del, sul sesso degli angeli
loc.v.
CO
disquisire lungamente e inutilmente su cose estremamente sottili o tali da non poter essere risolte
discutere la tesi
loc.v.
CO
sostenere la discussione della tesi di laurea al termine del corso degli studi universitari.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità