docile

|ci|le
agg.
1ª metà XIV sec. nell'accez. 3; dal lat. dŏcĭle(m) propr. “colui al quale si può insegnare”, der. di dŏcēre “insegnare”.

AD
1. che si piega facilmente alla volontà altrui, arrendevole: un bambino docile, di carattere docile | di animale, mansueto: un cavallo docile
2. estens., di qcs.: che si adatta facilmente a un determinato uso o scopo: pennello docile alla mano dell’artista; capelli docili al pettine | che si lavora facilmente: metallo docile
3. che apprende facilmente: intelligenza docile, di docile ingegno
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità