domenica

do||ni|ca
s.f.
2ª metà XIII sec; lat. eccl. domĭnĭca(m) “del Signore”, sott. die(m) “giorno”, der. di dominus “signore”, cfr. gr. kuriakḗ sott. hēméra da kū́rios “signore”.


FO settimo giorno della settimana civile e primo di quella liturgica (abbr. D, dom.) | presso i popoli cristiani, giorno festivo dedicato alle pratiche religiose e al riposo: passare la domenica in casa, la domenica, di domenica esco; non è sempre domenica, non è sempre festa

Polirematiche

della domenica
loc.agg.inv.
CO
dilettante; spreg., inesperto, incapace, improvvisato: pittore, fotografo della domenica; automobilista della domenica
domenica degli ulivi
loc.s.f.
TS relig.
=> domenica delle palme
domenica delle palme
loc.s.f.
TS relig.
d. che precede la Pasqua, caratterizzata dalla benedizione dei rami d’ulivo e talvolta delle palme, in ricordo dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme
domenica di passione
loc.s.f.
TS relig.
quella che precede la domenica delle Palme.
vestito della domenica
loc.s.m.
CO
il vestito migliore che si possiede, quello che si usa nei giorni di festa.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità