fallire

fal||re
v.intr. e tr.
av. 1294; lat. fallĕre con cambio di coniug.


AU
1. v.intr. (avere o essere) di qcn., non riuscire in qcs., non avere successo: ha fallito nell’obiettivo, fallire in un’impresa, in un tentativo
2. v.intr. (essere) di qcs., non giungere a realizzazione, avere un esito negativo: la trattativa è fallita; un’iniziativa, un’impresa destinata a fallire | TS dir. fare fallimento: la ditta, l’impresa è fallita
3. v.intr. (essere) LE finire, cessare, venire meno: poi che forse li fallìa la lena, | di sé e d’un cespuglio fece un groppo (Dante)
4. v.intr. (avere) OB commettere un fallo, una colpa; tradire, ingannare
5. v.tr. AU mancare, sbagliare: fallire il colpo, il bersaglio | TS sport nel calcio: fallire la porta, tirare il pallone fuori della porta avversaria; nel tennis: fallire la palla, non riuscire a colpirla, mancarla
6. v.tr. OB ingannare, deludere; fallire il tedio, scacciare la noia, ingannare il tempo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.