forte

fòr|te
agg., avv., s.m.
av. 1226; lat. fŏrte(m).


I. agg.
1a. capace di sostenere un grande sforzo fisico, di resistere alla fatica: un ragazzo forte, essere molto forte, un cavallo forte; essere forte come un toro, come un leone, fortissimo | in grado di sopportare malattie e disagi, robusto: fibra forte, un bambino sano e forte
1b. di una parte del corpo, robusta, muscolosa: gambe, braccia, spalle forti
1c. seguito dall’indicazione di una parte del corpo, prosperoso, abbondante: essere forte di seno, di fianchi
2. di qcn., accanito, incallito spec. in un vizio: un forte bevitore, fumatore
3a. autoritario, deciso: maniere forti
3b. potente grazie ai molti appoggi e sostenitori: partito, ministero forte | sicuro, protetto, salvaguardato: essere forte dell’aiuto di qcn.
4. capace di sopportare le avversità; dotato di volontà e di forza morale: carattere forte, essere forti di fronte alle tentazioni, è una donna forte
5. di qcs., resistente agli urti, all’usura, che non cede o non si rompe: un materiale, una trave forte, stoffa forte, un paio di scarpe forti
6. fig., saldo, tenace: un forte legame, un ricordo forte
7. dato con forza, violento: uno schiaffo, un colpo forte
8a. di grande intensità e potenza, impetuoso: un forte temporale, una corrente molto forte
8b. fig., intenso, profondo: passione, sentimento forte, nutrire una forte antipatia
8c. LE OB di bosco, folto, intricato e quindi malagevole: esta selva selvaggia e aspra e forte (Dante)
9a. che colpisce intensamente i sensi, marcato, violento: luce, colore forte, un forte odore, un rumore molto forte
9b. di farmaco, molto concentrato ed efficace: un forte sedativo, antistaminici tipo forte | di vino, birra, liquore ecc., di elevata gradazione alcolica | di caffè, tè e sim., molto concentrato | di spezia, piccante: curry, paprika, peperoncino forte | di tabacco o sigaretta, con elevato contenuto di nicotina
10. difficile da sopportare, doloroso, acuto: un forte mal di denti, un dolore troppo forte | pesante, offensivo: frase forte, parole forti
11. rilevante, notevole: avere un forte appetito, una forte somma di denaro, forti perdite, forti variazioni; trovarsi in forte bisogno, in stato di grande necessità; essere di pasto forte, mangiare molto
12. valido, efficace: argomento forte
13. di qcn., abile, bravo in una data attività: il mio compagno è forte in geometria, una squadra molto forte
14. colloq., simpatico, spiritoso: il tuo amico è troppo forte!
15a. TS gramm. di categoria grammaticale, che nella sua flessione non ricorre all’aggiunta di suffissi regolari: verbi forti, aoristo forte
15b. TS gramm. di forma verbale, accentata sulla radice, in contrapposizione a forma accentata sulla desinenza (ad es. parto vs. partirai)
16. TS fon. di consonante, articolata con maggiore intensità rispetto a un’altra (ad es. le consonanti sorde /p/ /t/ rispetto alle sonore /b/ /d/) | di vocale o sillaba, tonica
17. TS fis. di processo, determinato da interazione forte
18. FO chim. di elettrolito (acido, base o sale), che in soluzione acquosa presenta un elevato grado di dissociazione
II. avv.
1a. con forza, fortemente: colpire forte qcn., il vento soffiava forte
1b. strettamente, saldamente: tenersi forte
2. velocemente: correre forte, andare forte
3. ad alta voce: parlare, gridare, ridere forte; puoi dirlo forte, apertamente
4. CO posposto al verbo, molto, assai, grandemente: dubitare forte, mangiare forte; giocare, scommettere forte, grosse cifre di denaro; o all’aggettivo: bello, brutto, stupido forte
5. FO mus. come indicazione di movimento, con grande intensità di esecuzione; anche s.m.inv. (abbr. 3f)
III. s.m. FO
1. solo sing., ciò in cui si è più abili ed esperti: la cucina è il suo forte, la matematica non è il mio forte
2. CO persona di grande forza e vigore, spec. morale: i forti e i deboli, la calma è la virtù dei forti
3a. CO solo sing., la parte più numerosa e consistente, il grosso: il forte della squadra, della compagnia
3b. BU solo sing., momento culminante, clou
4a. FO solo sing., sapore piccante; region., colloq., peperoncino: passami il forte per favore
4b. FO solo sing., sapore aspro, rancido: questo formaggio sa di forte
5. FO fortilizio, fortezza: assediare il forte nemico; con iniz. maiusc., in alcuni toponimi, per indicare località sorte intorno a opere di fortificazione: F. dei Marmi
6. TS numism. moneta dei conti e dei duchi di Savoia, coniata nel XIV sec.

Polirematiche

a tinte forti
loc.agg.inv.
CO
con notevoli effetti di drammaticità: un romanzo a tinte forti
acido forte
loc.s.m.
TS chim.
sostanza acida che, in soluzione acquosa, si dissocia liberando un alto numero di ioni idrogeno, con forte potere corrosivo
acqua forte
loc.s.f.
var. => acquaforte
andare forte
loc.v.
CO
avere molto successo: quel cantante sta andando forte
cesura forte
loc.s.f.
TS metr.
nella metrica classica, cesura che si trova dopo il tempo forte del piede
dare man forte
loc.v.
CO
aiutare, sostenere qcn., spec. in una discussione, in un litigio con altri: se mia sorella non mi dava man forte i miei genitori mi avrebbero chiuso in casa
farsi forte
loc.v.
CO
usare a proprio vantaggio, avvalersi: farsi forte della propria autorità
interazione forte
loc.s.f.
TS fis.
i. tra tutte le particelle dette adroni, caratterizzata dal rendere stabili i nuclei atomici
legge del più forte
loc.s.f.
CO
modo di porsi nei rappori umani per cui il più forte o prepotente prevale sugli altri
moneta forte
loc.s.f.
TS econ.
m. il cui valore intrinseco è maggiore rispetto a quello nominale e che, di conseguenza, è stabile e resiste all’inflazione
pensiero forte
loc.s.m.
TS filos.
atteggiamento per cui è possibile stabilire principi certi e conseguenze accettabili in uno o più campi del sapere
pezzo forte
loc.s.m.
1. TS calz. p. di cuoio che si cuce per rinforzo tra la fodera interna e i quartieri delle scarpe
2. CO fig., brano musicale, opera teatrale, ecc. in cui un artista esprime al meglio le sue capacità | estens., argomento, campo in cui si dà miglior prova di sé o di una specifica qualità
piatto forte
loc.s.m.
CO
1. il piatto più sostanzioso e prelibato di un pranzo
2. fig., la cosa più interessante fra quelle presentate | la parte migliore di uno spettacolo, di un repertorio artistico: il piatto forte della serata
piazza forte
loc.s.f.
var. => piazzaforte
posizione forte
loc.s.f.
TS metr.
nella metrica classica, posizione in cui una sillaba breve diventa lunga perché seguita da due consonanti
riga forte
loc.s.f.
TS tipogr.
r. tipografica nella quale le parole sono eccessivamente ravvicinate
rocca forte
loc.s.f.
var. => roccaforte.
sesso forte
loc.s.m.
CO
iron., scherz., gli uomini
spirito forte
loc.s.m.
CO
libero pensatore
taglia forte
loc.s.f.
CO
misura di abito per persone robuste
tempo forte
loc.s.m.
1. TS mus. parte accentata di una battuta
2. TS metr. parte del piede su cui cade l’accento
terra forte
loc.s.f.
TS petr.
t. ricca d’argilla
uomo forte
loc.s.m.
CO
chi prende il potere e governa con metodi autoritari e quasi dittatoriali | estens., chi all’interno di un’azienda assume in sé tutti i poteri e li gestisce in modo autoritario
valuta forte
loc.s.f.
TS econ.
v. che, nei cambi internazionali, è stabile o in aumento nei confronti delle altre valute
vento forte
loc.s.m.
TS meteor.
v. di forza 7 nella scala dei venti
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.