fumare

fu||re
v.intr. e tr., s.m.
2ª metà XIII sec; lat. fūmāre, v. anche fumo.

FO
I. v.intr. (avere)
1. emettere fumo: il camino, il comignolo, la ciminiera fuma, i tizzoni fumano ancora | estens., esalare, emanare vapore: la minestra fuma nel piatto, il caffè fumava sul fornello
2. fig., mostrarsi irrequieto, nervoso, adirato; dare in escandescenze: fumare di rabbia
3. TS stor. nel Medioevo, avere in un luogo il focolare, cioè uno stabile domicilio ai fini dell’imposizione fiscale
II. v.tr.
1. FO aspirare ed espirare il fumo del tabacco o di sostanze simili spec. con proprietà stupefacenti (ad es. oppio, hascisc, ecc.): fumare un sigaro, una sigaretta, la pipa; anche ass.: scusi, lei fuma?, nell’ufficio è vietato fumare, non sono mai riuscito a smettere di fumare; fumare come un turco, moltissimo, eccessivamente | gerg., nel gioco del poker: fumo, espressione con cui un giocatore si dichiara servito
2. LE emettere, sprigionare: vedea per l’ampia oscurità… fumar le pire igneo vapor (Foscolo) | fig., suscitare: l’amor del gusto | nel petto lor troppo disir non fuma (Dante) 
III. s.m. 1952 CO solo sing., l'abitudine del fumo: molti si astengono dal f.

Polirematiche

fumare il calumet della pace
loc.v.
CO
con riferimento a un'antica usanza degli indiani pellerossa, riappacificarsi, riconciliarsi
fumare la testa
loc.v.
CO
avere la testa confusa, essere molto stanco intellettualmente: è tutto il giorno che sto sui libri e mi fuma la testa.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.