1grado

grà|do
s.m.
1310-12; lat. grădu(m), acc. di gradus, -us, der. di gradi “avanzare, camminare”.


FO
1. ciascuno dei punti o stadi intermedi di una progressione che conducono successivamente da uno stato a un altro: grado di cultura, di civiltà, di intelligenza; un giusto grado di cottura | punto di colore, gradazione: un grado di rosso molto intenso
2. in una serie, in una scala di termini, posizione occupata da ciascuno di questi in rapporto agli altri, secondo importanza, gravità, intensità, ecc.: patente, diploma, brevetto di primo, secondo, terzo grado
3. posizione che una persona ricopre in una gerarchia civile o militare: grado di colonnello, di generale, di direttore; promuovere di grado, avanzare di grado; giungere al più alto grado, ai vertici della carriera
4. spec. al pl., distintivo militare che si applica sull’uniforme a indicare la posizione gerarchica raggiunta: appuntarsi, attaccare i gradi sulla giacca, sul berretto
5. estens., condizione sociale, rango: genti d’ogni grado, individui d’infimo grado | titolo nobiliare o cavalleresco: grado di barone, conte, marchese; grado di cavaliere, di commendatore
6. CO grado di parentela: cugino di primo, di secondo grado
7a. CO nome di varie unità di misura | grado centigrado: il termometro segna tre gradi | grado alcolico: un vino che fa tredici gradi | grado sessagesimale: un angolo di novanta gradi
7b. TS ott. unità di misura della potenza di una lente da occhiali | TS geol. unità di misura dell’intensità di un terremoto, calcolata secondo varie scale
8. TS metrol. in alcuni strumenti di misura e precisione, ciascuna tacca della scala graduata: i gradi di un termometro, di un barometro
9. TS scient., tecn. in vari processi o tecnologie: misura dell’intensità con cui un fenomeno si manifesta; coefficiente, fattore: grado di fermentazione, di raffinazione
10. TS chim. => titolo
11. TS banc. misura e modo secondo cui si combinano gli elementi che caratterizzano le attività e le passività di una banca: grado di disponibilità monetaria
12. TS dir. => grado di giurisdizione
13. TS gramm. forma grammaticale che esprime la misura in cui una qualità o una condizione si manifestano, sia in sé sia in rapporto ad altri termini di paragone e le variazioni che indicano tale rapporto: i gradi dell’aggettivo, dell’avverbio
14. TS mus. ciascuno dei sette suoni di una scala musicale diatonica o dei dodici di una scala cromatica
15a. TS sport in alpinismo, ciascuno dei livelli di difficoltà in cui è misurabile un passaggio, un tiro o un’intera via su roccia: un camino di quarto grado superiore, inferiore
15b. TS sport nella scherma: ciascuna delle tre parti in cui è divisa una lama, distinte in base alla grossezza: grado forte, medio, debole
16. LE gradino, scalino: scala drizzò di cento gradi e cento (Tasso)
17. OB LE passo: deh ferma un poco il grado (Boccaccio)

Polirematiche

a gradi
loc.avv.
CO
per gradi
a grado a grado
loc.avv.
BU
un passo per volta, a poco a poco
al massimo grado
loc.avv.
CO
massimamente, con estrema intensità, al massimo valore
di secondo grado
loc.agg.inv.
CO
quadratico
di secondo grado
loc.agg.inv.
CO
quadratico
essere in grado
loc.v.
CO
potere
giudice di primo grado
loc.s.m.
TS dir.
organo competente a giudicare sulla domanda proposta dall’attore nel processo civile o sulla richiesta del pubblico ministero nel processo penale
giudice di secondo grado
loc.s.m.
TS dir.
organo competente a giudicare sulle sentenze emesse dal giudice di primo grado nel caso sia stato proposto appello
giudice di terzo grado
loc.s.m.
TS dir.
=> giudice di cassazione
giudizio di primo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello in cui l’organo giudiziario delibera per la prima volta
giudizio di secondo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello in cui l’organo giudiziario delibera in base a un appello su una controversia o un’imputazione
giudizio di terzo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello concernente i soli motivi di legittimità in materia sia civile sia penale, ovvero l’eventuale violazione di legge da parte del giudice di secondo grado
grado accademico
loc.s.m.
TS scol.
ciascuno dei titoli accademici che si conseguivano un tempo nelle università dopo uno specifico corso di studi
grado alcolico
loc.s.m.
TS chim.
unità di misura del contenuto di alcol di una soluzione alcolica
grado allungato
loc.s.m.
TS ling.
g. apofonico in cui la vocale alternante che vi appare è lunga
grado apofonico
loc.s.m.
TS ling.
nell’indoeuropeo e nelle lingue indoeuropee, ciascuno dei diversi aspetti assunti in un morfema per l’alternanza dell’elemento vocalico
grado Celsius
loc.s.m.
TS fis.
=> grado centigrado
grado centesimale
loc.s.m.
TS geom.
unità di misura degli angoli corrispondente alla centesima parte di un angolo retto (simb. G)
grado centigrado
loc.s.m.
TS fis.
unità di misura della temperatura secondo la scala Celsius, corrispondente a un centesimo dell’intervallo termico tra 0 e 100 °C, cioè tra la temperatura del ghiaccio fondente e quella dell’acqua bollente a pressione di una atmosfera (simb. °C)
grado comparativo
loc.s.m.
TS gramm.
forma grammaticale dell’aggettivo e dell’avverbio che esprime un confronto tra due termini nel possesso di una qualità o di una condizione
grado consonantico
loc.s.m.
TS ling.
varietà di durata e di tensione nella pronuncia di una consonante a seconda della posizione che essa occupa in una parola o in una frase
grado debole
loc.s.m.
TS ling.
=> grado tenue
grado di apertura
loc.s.m.
1. TS anat., fon. nell’apparato di fonazione: distanza tra due organi o superfici della cavità interessata all’articolazione di un suono
2. TS econ. indice dell’importanza del commercio con l’estero per un’economia, misurato solitamente dal rapporto fra la somma delle importazioni e delle esportazioni di una nazione e il suo prodotto nazionale lordo
grado di comparazione
loc.s.m.
TS gramm.
grado comparativo o superlativo di un aggettivo e di un avverbio
grado di difficoltà
loc.s.m.
TS sport
=> 1grado
grado di durezza
loc.s.m.
TS chim.
peso calcolato in grammi della quantità di sali di calcio e magnesio presenti in un litro d’acqua, sotto forma di carbonato di calcio o di ossido di calcio
grado di giurisdizione
loc.s.m.
TS dir.
ciascuna delle istanze successive in cui è organizzata in Italia l’autorità giurisdizionale
grado di latitudine
loc.s.m.
TS geogr.
unità di misura della latitudine terrestre
grado di longitudine
loc.s.m.
TS geogr.
unità di misura della longitudine terrestre
grado di parentela
loc.s.m.
CO
legame più o meno stretto che unisce i discendenti da un capostipite comune, calcolabile in linea retta contando tutte le generazioni tranne la prima, e in linea collaterale procedendo da un parente al capostipite e da questo all’altro parente, sempre saltando la prima generazione
grado di purezza
loc.s.m.
TS chim.
rapporto fra la quantità della sostanza in esame e la quantità di sostanze totali, moltiplicato per 100
grado di refrattarietà
loc.s.m.
TS tecn.
temperatura alla quale un materiale refrattario dà segno di rammollimento
grado di regolarità
loc.s.m.
TS mecc.
numero che indica i limiti percentuali entro i quali può variare la velocità di un organo meccanico
grado di subordinazione
loc.s.m.
TS gramm.
nell’analisi del periodo: posizione occupata da una frase dipendente rispetto alla frase principale a seconda che ne dipenda direttamente o dipenda da un’altra dipendente
grado di un monomio
loc.s.m.
TS mat.
rispetto a una variabile, l’esponente della stessa | la somma degli esponenti di tutte le variabili che compongono il monomio stesso
grado di un polinomio
loc.s.m.
TS mat.
rispetto a una variabile: l’esponente massimo raggiunto dalla stessa nei monomi che lo compongono | rispetto a tutte le variabili, l’esponente che coincide con quello del monomio di grado più elevato
grado di un’equazione
loc.s.m.
TS mat.
massimo esponente che l’incognita presenta nell’equazione
grado Fahrenheit
loc.s.m.
TS fis.
unità di misura della temperatura secondo la scala Fahrenheit, corrispondente all'intervallo unitario tra 32 e 212 °F, cioè tra la temperatura del ghiaccio fondente e quella dell'acqua bollente a pressione di un'atmosfera (simb. °F)
grado idrotimetrico
loc.s.m.
TS chim.
=> grado di durezza
grado Kelvin
loc.s.m.
TS fis.
=> kelvin
grado medio
loc.s.m.
TS ling.
g. consonantico che, nell’italiano standard, si realizza quando la consonante è finale di sillaba, o preceduta da altra consonante, o iniziale assoluta di frase fonetica
grado normale
loc.s.m.
TS ling.
g. apofonico in cui appare una delle vocali alternanti
grado pieno
loc.s.m.
TS ling.
=> grado normale
grado positivo
loc.s.m.
TS gramm.
forma grammaticale di un aggettivo o di un avverbio esprimente una qualità o una condizione al suo stato normale, senza indicazioni di intensità
grado rafforzato
loc.s.m.
TS ling.
g. consonantico che, nell’italiano standard, si realizza quando la consonante è divisa tra due sillabe, corrispondente nell’ortografia italiana a un raddoppiamento del segno
grado Réaumur
loc.s.m.
TS fis.
unità di misura della temperatura secondo la scala Réaumur, corrispondente all'intervallo unitario tra 0 e 80 °R, cioè tra la temperatura del ghiaccio fondente e quella dell'acqua bollente a pressione di una atmosfera (simb. °R)
grado ridotto
loc.s.m.
TS ling.
=> grado zero
grado saccarimetrico
loc.s.m.
TS chim.
percentuale di saccarosio presente in un campione solido o in una soluzione liquida
grado sessagesimale
loc.s.m.
TS geom.
unità di misura degli angoli corrispondente alla novantesima parte dell’angolo retto, ulteriormente divisa in 60 primi e in 3600 secondi sessagesimali
grado superlativo
loc.s.m.
TS gramm.
forma grammaticale di un aggettivo e di un avverbio che indica una qualità o una condizione nel suo livello più elevato, relativamente a un altro termine (grado superlativo relativo) o in senso assoluto (grado superlativo assoluto)
grado tenue
loc.s.m.
TS ling.
g. consonantico che, nell’italiano standard, si realizza quando la consonante è iniziale di sillaba e preceduta da vocale
grado zero
loc.s.m.
TS ling.
g. apofonico caratterizzato dall’assenza di vocale nella base etimologica indoeuropea e in molte continuazioni delle lingue storiche
in grado
loc.agg.inv.
CO
che può, che sa fare qcs., capace: essere, non essere in grado di parlare
in sommo grado
loc.avv.
CO
al massimo grado, sommamente
pari grado
loc.agg.inv.
loc.s.m. e f.inv., var. => parigrado
per gradi
loc.avv.
CO
in modo progressivo, gradualmente: andare, procedere per gradi
primo grado
loc.s.m.
TS mus.
→ <sup>1</sup>tonica
quarto grado
loc.s.m.
CO
1 CO  TS dir. nella determinazione della parentela di linea collaterale, rapporto di parentela tra due soggetti che, per giungere all'ascendente comune, devono passare attraverso tre generazioni interposte: cugini di q. grado
2 TS mus. la sottodominante nella scala diatonica  
rimozione dal grado
loc.s.f.
TS milit.
provvedimento disciplinare preso nei confronti di un ufficiale che, essendosi reso colpevole di una grave mancanza, è ritenuto indegno del grado che ricopre
scuola secondaria di primo grado
loc.s.f.
CO
=> scuola media inferiore
scuola secondaria di secondo grado
loc.s.f.
CO
=> scuola media superiore
terzo grado
loc.s.m.
CO
1 CO [cfr. ingl. third degree] interrogatorio poliziesco con ricorso a metodi particolarmente coercitivi | estens., spec. scherz., serie di domande assillanti: al suo ritorno gli ha fatto un t. grado per sapere tutto della festa
2 TS mus. -> caratteristica  
ustione di primo grado
loc.s.f.
TS med.
u. caratterizzata da arrossamento locale dovuto a intensa vasodilatazione
ustione di quarto grado
loc.s.f.
TS med.
lesione da identificarsi con la necrosi dei tessuti
ustione di secondo grado
loc.s.f.
TS med.
u. caratterizzata dalla formazione di flittene, dovuta all’aumentata permeabilità dei capillari, imputabile alla liberazione locale di sostanze istaminosimili
ustione di terzo grado
loc.s.f.
TS med.
u. caratterizzata da necrosi più o meno profonda dei tessuti.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.