guastarsi

gua|stàr|si
v.pronom.intr. e tr.

AD
1. v.pronom.intr., di meccanismo, di congegno, rompersi: la sveglia si è guastata; rovinarsi: la tappezzeria si è guastata per l’umidità
2a. v.pronom.intr., di cibo, andare a male: la carne, la frutta si è guastata, il latte si è guastato
2b. v.pronom.intr., fig., rovinarsi; finire su una cattiva strada: finirà per guastarsi a frequentare certa gente
3. v.pronom.intr., del tempo, di una giornata e sim., peggiorare, volgere al brutto: nel pomeriggio la giornata si è guastata
4a. v.pronom.intr., di un rapporto, una relazione e sim., rovinarsi, incrinarsi: la loro amicizia si è guastata
4b. v.pronom.intr., rompere i rapporti: guastarsi con qcn.; anche rec.: erano amici, ma poi si sono guastati
5. v.pronom.tr., rovinare a proprio discapito: guastarsi l’esistenza, la vita, la salute; guastarsi la giornata

Polirematiche

guastarsi il fegato
loc.v.
CO
guastarsi il sangue
guastarsi il sangue
loc.v.
CO
arrabbiarsi o preoccuparsi molto: non intendo guastarmi il sangue con queste sciocchezze
guastarsi la digestione
loc.v.
CO
guastarsi il sangue
guastarsi l’appetito
loc.v.
CO
guastarsi il sangue.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità