immaturo

im|ma||ro
agg.
av. 1511; dal lat. immatūru(m), v. anche maturo.


AD
1. di frutto, non maturo, acerbo
2a. fig., di qcn., che non ha le qualità fisiche, intellettive o spirituali o il grado di esperienza propri di una certa età: un quarantenne immaturo, è molto immaturo per la sua età; anche s.m.: Mario è un immaturo | estens., giovane e inesperto: a sedici anni si è ancora immaturi | età immatura, l’adolescenza, la giovinezza | di comportamento, atteggiamento che denota immaturità
2b. fig., di qcn., privo delle qualità necessarie per una data attività o per il raggiungimento di un determinato fine: essere immaturo per certe letture, a diciott’anni è immaturo per il matrimonio
3. fig., di qcs., che non è ancora opportuno: è immaturo parlargliene adesso, una decisione ora sarebbe immatura | BU che avviene prima del dovuto, prematuro: morte immatura
4. TS med. di neonato, che presenta immaturità
5. TS enol. di vino, non invecchiato sufficientemente

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità