impassibile

im|pas||bi|le
agg.
av. 1342; dal lat. tardo impassĭbĭle(m), comp. di in- con valore privat. e passibĭlis “che può soffrire”, cfr. gr. apathḗs.


1a. OB insensibile al dolore fisico, spec. con riferimento a Cristo nella dottrina docetista
1b. OB invulnerabile | non soggetto ad alterazioni; incorruttibile
2. CO che non lascia trasparire turbamento o emozione: rimanere impassibile di fronte a qcs.; sguardo, viso impassibile
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità