instabile

in|stà|bi|le
agg.
av. 1342; dal lat. instabĭle(m), v. anche stabile.


CO
1a. che manca di stabilità, che rischia di crollare: un’instabile pila di libri; un edificio, un ponte instabile; non ben saldo o fermo: un seggiolino instabile, avanzare con passo instabile
1b. fig., soggetto a variazioni, spec. considerate negative: tempo, clima instabile, condizioni meteorologiche instabili; prezzi instabili sul mercato; governo, situazione politica instabile
2a. fig., che cambia facilmente comportamenti, pensieri o sentimenti: una ragazza instabile nei suoi affetti | TS psic. di soggetto, affetto da instabilità emotiva; anche s.m.
2b. fig., caratterizzato da instabilità, da ingiustificati mutamenti di comportamento e di umore: carattere, indole instabile
3. TS chim. di composto, che tende a trasformarsi spontaneamente | di legame, che tende a rompersi o a reagire spontaneamente
4. TS mar. di natante, incapace di galleggiare con un dato assetto
5. TS elettron. di amplificatore, che tende a entrare spontaneamente in oscillazione
6a. TS ling., fon. di forma linguistica o fonematica, che nell’evoluzione di una lingua può essere soggetta a cambiamenti | spec. di articolazione, che, per la sua difficoltà, viene progressivamente alterata
6b. TS fon. di fonema, che, alternando con zero, può cadere nella realizzazione fonica (ad es. /ɘ/)

Polirematiche

equilibrio instabile
loc.s.m.
1. TS fis. e. di un corpo che, spostato dalla sua posizione non tende a tornarvi
2. TS econ. situazione di equilibrio a cui il sistema non torna spontaneamente se una o più variabili che lo definiscono cambia di valore
nucleo atomico instabile
loc.s.m.
TS fis.
n. che in un periodo più o meno lungo si trasforma in un nucleo diverso emettendo particelle o radiazioni
particella instabile
loc.s.f.
TS fis.
p. elementare che decade spontaneamente in altre particelle | p. elementare che può decadere attraverso un’interazione forte, elettromagnetica o debole
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità