instabilità

in|sta|bi|li|
s.f.inv.
sec. XIV; dal lat. instabilitāte(m), v. anche instabile.


CO
1. l’essere privo di stabilità, l’essere poco saldo o fermo: l’instabilità di una costruzione, di una passerella
2. fig., l’essere soggetto a variazioni, spec. considerate negative: instabilità politica, economica, sociale di un paese
3a. fig., il mutare con facilità comportamenti, idee o sentimenti
3b. TS psic. => instabilità emotiva
4. TS elettron. condizione di un amplificatore instabile
5. TS telecom. distorsione, dovuta a errori momentanei di sincronismo tra sistema di esplorazione o di registrazione, che si presenta nella ricezione di un’immagine televisiva o di una telefoto
6. TS chim., fis. tendenza ad alterarsi di un composto attraverso una trasformazione che genera uno o più composti dotati di maggiore stabilità: instabilità alla luce, al calore
7. TS meteor. situazione atmosferica per cui una massa d’aria spostata dal suo ambiente tende a muoversi indefinitamente nel senso dello spostamento iniziale

Polirematiche

instabilità aerodinamica
loc.s.f.
TS aer.
tendenza di un aeromobile a deviare sempre più dal normale assetto di volo quando si produca un inizio di deviazione, a causa di errori di progettazione o cattiva distribuzione del carico
instabilità emotiva
loc.s.f
TS psic.
anomalia del carattere caratterizzata da incostanza nelle manifestazioni affettive e intellettive
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità