interruzione

in|ter|ru|zió|ne
s.f.
sec. XIV; dal lat. tardo interruptiōne(m), v. anche interrompere, cfr. sup. lat. interruptum.


 AU 
1. l’interrompere, l’interrompersi, l’essere interrotto e il loro risultato: l’attentato ha causato l’interruzione dei negoziati, ordinare l’interruzione dei lavori | periodo di tempo durante il quale qcs. si interrompe, sospensione: c’è stata un’interruzione di dieci minuti dell’erogazione della corrente | punto in cui qcs. si interrompe: più avanti c’è un’interruzione della strada
2. breve intervallo, pausa di riposo: riprenderemo lo spettacolo dopo una breve interruzione, se sei stanco facciamo una piccola interruzione
3. intervento di qcn. che impedisce ad altri la prosecuzione di un discorso: disturbare la conferenza con continue interruzioni
4. TS dir. impedimento al verificarsi della prescrizione o dell’usucapione
5. TS inform. arresto immediato di un’elaborazione in corso generato da un programma, per richiedere un servizio fornito da un software ausiliario


Polirematiche

interruzione di, della gravidanza
loc.s.f.
CO
=> aborto
interruzione pubblicitaria
loc.s.f.
CO
spot o serie di spot pubblicitari inseriti all’interno di una trasmissione, spec. televisiva
interruzione volontaria di gravidanza
loc.s.f.
TS med.
aborto che può essere provocato con farmaci o meccanicamente, regolamentato in Italia dalla legge 194 del 1978 (abbr. i.v.g.).
senza interruzione
loc.avv.
CO
ininterrottamente, continuamente
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità