luce

|ce
s.f.
1ª metà XIII sec; lat. lūce(m).

FO
1a. FO ente fisico, generato da una sorgente, naturale o artificiale, che rende le cose visibili all’occhio: luce intensa, fioca, abbagliante, luce del sole, luce naturale, artificiale, un raggio, un fascio di luce | luce diretta, quella che arriva all’oggetto direttamente dalla sorgente | luce diffusa, non diretta, che si espande in tutte le direzioni | gioco, effetto di luce, contrasto, alternanza di luci e ombre
1b. TS fis. radiazione elettromagnetica percepibile dall’occhio umano, la cui lunghezza d’onda è compresa tra 0,77 e 0,39 micron
2. FO estens., luminosità, spec. dovuta al sole: una stanza piena di luce, la camera prende luce dalla finestra | essere in piena, in mezza luce, completamente illuminato o in penombra
3a. FO estens., brillantezza, intensità di riflessi di una pietra preziosa: luce di un diamante, un brillante che ha una bella luce
3b. FO estens., lucentezza, splendore: i capelli biondi danno luce al viso | espressione: avere una strana luce negli occhi
4. FO sorgente luminosa: sul mare brilla una luce
5a. FO impianto, sistema di illuminazione artificiale, spec. elettrica: accendere, spegnere la luce; gli hanno tagliato i fili della luce
5b. FO estens., elettricità: è mancata la luce, rimanere senza luce
6a. FO segnale luminoso: luce verde, luce lampeggiante
6b. FO spec. al pl., in un veicolo stradale, un aereo o una nave, faro, fanale: l’auto si avvicina a luci spente
7a. FO fig., aspetto, punto di vista: vedete la questione nella luce sbagliata, ti vedo sotto una luce diversa | mostrare qcn., qcs. nella sua vera, giusta luce, mostrare qcn., qcs. quale realmente è | mostrare, presentare qcn., qcs. sotto falsa luce, mostrare, presentare qcn., qcs. in modo non corrispondente al vero, spec. sfavorevolmente
7b. FO fig., atmosfera, aura: gettare una luce sinistra, sospetta su qcn., su qcs.
8a. CO fig., ciò che libera da una condizione negativa, che eleva intellettualmente o spiritualmente: luce della scienza, della ragione, del progresso, luce della speranza, luce della fede
8b. LE OB Dio, la natura divina: però parla con esse e odi e credi | ché la verace luce che le appaga | da sé non lascia lor torcer li piedi (Dante) | luce eterna, perpetua, la beatitudine del paradiso
9a. CO ciascuna delle parti in cui è suddiviso un mobile o un infisso: armadio a due luci
9b. TS edil. apertura che serve a illuminare; vano di una porta, di una finestra e sim.: un locale a tre luci
10. TS dir. nelle regolamentazioni catastali, apertura che serve all’illuminazione e all’aerazione di un locale ma non consente di affacciarsi sul fondo contiguo
11. TS arch. => campata
12. TS arte effetto luminoso ottenuto mediante apposite tecniche coloristiche
13. TS tecn. apertura che consente il passaggio di un fluido: luce di scarico
14. TS idraul. => bocca
15a. LE stella, corpo celeste, spec. il sole | estens., il giorno: la luce, il cui splendor la notte fugge (Boccaccio)
15b. LE fig., splendore delle anime beate: quest’è la luce della gran Costanza (Dante)
16. LE fig., esistenza terrena, vita: veggio presso il fin de la mia luce (Petrarca)
17. LE fig., vista, capacità visiva | spec. al pl., occhi: vidi le sue luci tanto mere, | … che la sua sembianza | vinceva li altri e l’ultimo solere (Dante)
18a. LE fig., fama, reputazione; gloria, onore: or se’ rimasa scura | e senza luce di cotanto pregio (Boccaccio)
18b. LE fig., personaggio illustre, che è motivo di gloria per uno stato, una città, un gruppo e sim.
19. LE fig., persona amata, cara | CO essere la luce degli occhi di qcn., essere molto caro a qcn.

Polirematiche

a luci rosse
loc.agg.inv.
CO
di locale, riservato a spettacoli pornografici: cinema a luci rosse | estens., pornografico: film, spettacolo a luci rosse
alla luce del giorno
loc.avv.
CO
alla luce del sole
alla luce del sole
loc.avv.
CO
apertamente, senza nascondere nulla: agire alla luce del sole
alla luce di
loc.prep.
CO
tenendo conto di, in base a: alla luce dei fatti, degli ultimi avvenimenti posso esprimere un giudizio
aprire gli occhi alla luce
loc.v.
BU
nascere
arco di luce
loc.s.m.
TS vulcanol.
banda luminosa irradiata da un cratere durante una forte esplosione, costituita da onde sonore rese visibili dalla rifrazione dell'aria
brillare di luce riflessa
loc.v.
CO
avere fama, notorietà non per meriti propri, ma per essere in relazione con persone celebri o in vista
chiudere gli occhi alla luce
loc.v.
BU
eufem., morire
colpo di luce
loc.s.m.
1. CO al pl., colpo di sole
2. TS med. grave manifestazione clinica dovuta a eccessiva esposizione a intense sorgenti luminose, spec. raggi violetti e ultravioletti
contro luce
loc.s.f. e m.inv.
loc.avv., var. => controluce
dare alla luce
loc.v.
CO
partorire, far nascere: ha dato alla luce due gemelli
diodo emettitore di luce
loc.s.m.
TS elettron.
→ LED
fare luce
loc.v.
CO
1. illuminare: la lampada non fa luce; fai luce che è troppo buio
2. cercare di capire e di mostrare la verità: fare luce su un mistero, su una vicenda oscura
film Luce
loc.s.m.
TS cinem.
fra gli anni Trenta e Cinquanta, programma di attualità e notizie che veniva proiettato nei cinema nell’intervallo fra uno spettacolo e l’altro
filtro di luce
loc.s.m.
TS cinem.,fotogr.,telev.
→ filtro ottico
gas luce
loc.s.m.inv.
CO
gas illuminante
luce bianca
loc.s.f.
TS fis.
quella del sole o quella emanata dalle lampade a filamento | quella risultante dalla sovrapposizione di tutte le lunghezze d’onda visibili
luce cinerea
loc.s.f.
TS astron.
luminosità grigiastra conferita dalla luce solare riflessa dalla Terra, alla parte del disco della Luna non illuminata direttamente dal Sole, prima e dopo un novilunio
luce dei miei occhi
loc.s.f.
CO
tesoro
luce di arresto
loc.s.f.
TS autom.
spec. al pl., in un autoveicolo, una motocicletta e sim., fanalino rosso posteriore che si accende durante la frenata
luce di cortesia
loc.s.f.
TS autom.
l. che si accende all’interno di un’automobile quando si apre una porta
luce di incrocio
loc.s.f.
TS autom.
=> anabbagliante
luce di perimetro
loc.s.f.
TS aer.
ciascuno dei segnali luminosi, spec. di colore rosso, disposti intorno a una zona o una pista di atterraggio
luce di posizione
loc.s.f.
CO
spec. al pl., in un autoveicolo, una motocicletta e sim., fanale che si accende per segnalare la posizione del veicolo, quando la luce esterna è ancora sufficiente alla vista
luce di profondità
loc.s.f.
TS autom.
=> abbagliante
luce di servizio
loc.s.f.
CO
in un teatro, l. priva di effetti speciali che illumina il palcoscenico durante le prove o prima di uno spettacolo
luce d’ingombro
loc.s.f.
TS autom.
spec. al pl., l. che, nei veicoli per trasporti stradali, indica che il veicolo stesso supera in lunghezza o larghezza le dimensioni ordinarie
luce d’ostacolo
loc.s.f.
TS aer.
lampada, spec. di colore rosso, a luce intermittente, posta nei pressi di un aeroporto o lungo una rotta aerea per segnalare la presenza di un ostacolo
luce elettrica
loc.s.f.
CO
l. prodotta mediante l’impiego di energia elettrica
luce polarizzata
loc.s.f.
TS fis.
l. in cui il vettore elettrico oscilla in un piano che contiene la direzione di propagazione oppure ruota uniformemente attorno alla direzione di propagazione
luce zodiacale
loc.s.f.
TS astron.
dopo il crepuscolo e prima dell’alba, chiarore causato da un fenomeno di diffusione della luce solare a opera di elettroni e particelle solide presenti nello spazio interplanetario
luci della ribalta
loc.s.f.pl.
CO
fila di luci allineate lungo la ribalta di un palcoscenico | fig., palcoscenico, teatro: l’emozione delle luci della ribalta
luci psichedeliche
loc.s.f.pl.
CO
luci intermittenti emesse da lampadine variamente colorate, usate per creare particolari effetti scenografici in discoteche, su palcoscenici teatrali e sim.
mettere in buona luce
loc.v.
CO
far apparire, presentare in modo positivo suscitando una buona impressione
mettere in cattiva luce
loc.v.
CO
presentare, far apparire in modo negativo
mettere in luce
loc.v.
CO
mettere in evidenza
mettersi in buona luce
loc.v.
CO
suscitare un buona impressione, farsi apprezzare
mettersi in cattiva luce
loc.v.
CO
suscitare una cattiva impressione
mettersi in luce
loc.v.
CO
farsi notare per i propri meriti, pregi e sim.
pennello di luce
loc.s.m.
TS fis.
sottile fascio di luce atto a illuminare una regione limitata di spazio
polarizzazione della luce
loc.s.f.
TS fis.
fenomeno per cui le vibrazioni di un’onda luminosa avvengono costantemente su un determinato piano o descrivendo un’elica circolare o ellittica
porre in luce
loc.v.
CO
mettere in luce
portare alla luce
loc.v.
CO
disseppellire
presa di luce
loc.s.f.
CO
spec. nel linguaggio tecnico e giuridico, finestra
punto luce
loc.s.m.
CO
p. nella parete in cui vengono installate le prese di corrente per le fonti luminose | la fonte luminosa stessa: in quest’angolo manca un punto luce
quanto di luce
loc.s.m.
TS fis.
=> fotone
scherzo di luce
loc.s.m.
CO
effetto di luce particolare che si ottiene con opportuni spostamenti della sorgente o dei corpi su cui essa si riflette.
splendere di luce riflessa
loc.v.
CO
brillare di luce riflessa.
tecnico delle luci
loc.s.m.
TS spett.
t. addetto all’illuminazione della scena
vedere la luce
loc.v.
CO
1. nascere: Dante Alighieri vide la luce nel 1265
2. spec. di opere artistiche, essere prodotto, giungere a compimento: la “Gioconda” vide la luce intorno al 1501; di opere letterarie, essere pubblicato: l’edizione definitiva dei “Promessi Sposi” vide la luce nel 1842
velocità della luce
loc.s.f.
TS fis.
v. costante con cui si propaga la luce nel vuoto (ca.
300.000 km al secondo) | CO estens., v. altissima: il motoscafo andava alla velocità della luce (simb. 2c)
venire alla luce
loc.v.
CO
1. nascere, venire al mondo
2. essere scoperto, affiorare: anfore e vasi sono venuti alla luce durante gli scavi | fig., venire a galla, essere rivelato: nuovi fatti sono venuti alla luce
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità