mancare

man||re
v.intr., v.tr.
av. 1313; der. di 1manco con 1-are.


I. v.intr. FO
I 1a. (essere) non esserci o non bastare, non essere sufficiente: manca il tempo per finire il lavoro, manca il coraggio di agire
I 1b. (essere) in loc.pragm., ci manca, ci mancava anche questa!, per indicare il proprio disappunto per un contrattempo o una contrarietà che sopraggiunge dopo altri imprevisti; ci mancherebbe altro!, per deprecare un evento spiacevole che si desidera che non avvenga: «Speriamo che non ci rubino anche i bagagli!» «Ci mancherebbe altro!» | come risposta affermativa cortese: «Ti disturba molto venirmi a prendere?» «Ci mancherebbe altro!»
I 1c. (essere) distare in spazio o in tempo da un termine stabilito: mancano 10 km all’arrivo, manca un’ora alla partenza
I 1d. (essere) essere necessario alla completezza di un lavoro, alla conclusione di un’azione, al conseguimento di un fine: manca una firma al documento
I 2a. (essere) di condizione, facoltà fisica, diminuire, scomparire all’improvviso: gli sono mancate le forze, mi è mancata un attimo la vista
I 2b. (essere) non venire più erogato, non arrivare più: manca l’acqua da ieri, è mancata la luce all’improvviso
I 2c. (essere) venir meno all’improvviso, non reggere più: gli è mancato l’appoggio ed è caduto
I 2d. (essere) svenire: mi sento mancare!
I 2e. (essere) TS mar. del vento, scarseggiare o cessare
I 3a. (essere) FO di qcn., essere assente, lontano: manca da casa da qualche tempo, ti aspetto domani sera, non mancare!, non manca a nessuno spettacolo
I 3b. (essere) FO provocare in qcn. rimpianto o nostalgia per la propria assenza: è partito solo ieri, ma mi manca molto, ti sono mancato?
I 4. (essere) FO morire: mancare in giovane età, è mancato ieri
I 5. (essere) FO non rispondere alle aspettative di qcn.: gli amici mancano nel momento del bisogno
I 6a. (avere) FO essere privo di una qualità, di una risorsa, spec. intellettuale o spirituale: mancare di fascino, non manca certo d’iniziativa, d’intraprendenza, manca totalmente di rispetto per gli altri
I 6b. (avere) FO venire meno a un impegno, una promessa e sim.: mancare alla parola data
I 6c. (avere) FO commettere un’omissione, un errore e sim.: in che cosa ho mancato?, hai mancato a, nel rispondergli così | commettere una colpa: penitenza per aver gravemente mancato
II. v.tr.
II 1a. FO fallire: mancare un colpo, il bersaglio
II 1b. CO nel linguaggio sportivo, spec. calcistico, non riuscire a segnare un punto, un gol e sim.: nelle partite importanti non ha mai mancato il gol | mancare la palla, non riuscire a colpirla, a prenderla
II 2. CO estens., lasciarsi sfuggire qcs., non coglierlo: mancare l’occasione, il momento opportuno | fam., perdere: mancare il treno, la coincidenza
II 3. FO spec. in frasi negative, omettere, tralasciare: non mancherò di farglielo sapere, non manca di sollevare difficoltà | anche ass., spec. come risposta: «Ringrazia i tuoi per la cena» «Non mancherò!»

Polirematiche

mancarci poco
loc.v.
CO
di fatto negativo, essere stato evitato per pochissimo: c’è mancato poco che qualcuno scoprisse la cosa
mancare all’appello
loc.v.
CO
1. di qcn., non esserci ancora: manca solo lui all’appello | essere deceduto
2. di qcs., venire meno, essere scomparso: dopo la festa mancava all’appello un portacenere d’argento
mancare di parola
loc.v.
CO
non mantenere le promesse, la parola data
mancare di rispetto
loc.v.
CO
offendere
mancare il fiato
loc.v.
CO
del fiato, venire meno per l’emozione o l’affanno, causando difficoltà nella respirazione: per la paura si sentì mancare il fiato
mancare la terra sotto i piedi
loc.v.
CO
fig., trovarsi improvvisamente in una situazione di rischio o incertezza
mancare poco
loc.v.
CO
mancarci poco: mancò poco che finisse sotto un tram
mancare una rotella
loc.v.
CO
essere un po’ matto, imprevedibile: è un tipo strano, gli manca una rotella.
venire a mancare
loc.v.
CO
morire, spec. improvvisamente
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità