manierato

ma|nie||to
agg.
1869;


CO
1. di artista, che fonda la sua opera sulla tradizione e sull’imitazione, risultando privo di novità
2a. estens., di persona priva di naturalezza, di spontaneità e dai modi affettati, ricercati, leziosi
2b. di atteggiamento, gesto e sim., che esprime o è improntato a leziosaggine, affettazione, partecipazione ostentata, non genuina: modi troppo manierati, cordialità manierata | di stile, opera letteraria, scritto, eccessivamente artificioso, ricercato; raffinato fino a cadere nel lezioso, nel lambiccato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.