meschino

me|schì|no
agg., s.m.
in. XIV sec.; dall’ar. miskīn “povero, indigente”.

CO
1. agg. , s.m., che, chi si trova in condizioni di grande avversità, di grave sofferenza | che, chi è in condizioni disagiate, di miseria
2. agg. , s.m., che, chi è gretto, povero di spirito
3. agg., s.m. LE , che, chi è ridotto in schiavitù: ne la sembianza mi parea meschino (Dante)
4. agg. CO di qcs., eccessivamente scarso, inadeguato: per quel lavoro ho ricevuto un ben meschino compenso, quest’anno il raccolto è stato meschino | che è o appare di nessuna importanza
5. agg. CO estens., che rivela grettezza d’animo, ristrettezza mentale: è vittima della sua meschina ambizione, non discolparti adducendo scuse meschine!; una meschina figura, una figuraccia
6. agg. BU gracile, poco sviluppato; malaticcio: aspetto meschino
7. agg. BU fioco, fievole
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità