moderatore

mo|de|ra||re
agg., s.m.
1304-08; dal lat. moderatōre(m), v. anche moderare; nell'accez. 2a cfr. ingl. moderator.


 AU 
1. agg., che serve a moderare, che impone un freno, una regola: azione, funzione moderatrice | agg., s.m., che, chi induce a moderazione
2a. s.m., estens., chi dirige e coordina discussioni, dibattiti pubblici, ecc.: fare da moderatore
2b. agg., s.m. BU lett., che, chi guida e dirige, intellettualmente, moralmente e culturalmente una persona, le sue azioni, le sue facoltà, ecc.
3a. agg., s.m. BU lett., che, chi è a capo, chi governa o regge, spec. uno stato, una comunità o un popolo
3b. s.m. TS relig. nelle chiese protestanti e presbiteriane, presidente del sinodo
3c. s.m. TS stor. titolo dei governatori di alcune province dell’Impero Bizantino durante il regno di Giustiniano (482-565)
4a. s.m. TS chim. qualsiasi sostanza in grado di rallentare un processo chimico
4b. s.m. TS fis. nei reattori nucleari, materiale in grado di rallentare i neutroni emessi nella fissione
5a. s.m. TS tecn. qualsiasi dispositivo o impianto in grado di regolare o rallentare un movimento
5b. s.m. TS idraul. tronco di canale che, in un sistema di convogliamento di acque potabili, collega l’alveo naturale con il luogo di utilizzo


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità