mutamento

mu|ta|mén|to
s.m.
av. 1292; dal lat. tardo mutamĕntu(m), v. anche mutare.


AU
1. il mutare, il mutarsi e il loro risultato
2. cambiamento, modificazione o variazione, spec. di un equilibrio precedentemente costituito: mutamento di tendenza | cambiamento di atteggiamento, di carattere e sim.: Giulia ha subito un profondo mutamento nel corso degli anni
3. TS filos. nella filosofia aristotelica, passaggio da un contrario a un altro (metabolḗ), come nel caso della nascita (dal non essere all’essere), della morte (dall’essere al non essere), o del movimento (da un essere a un altro)

Polirematiche

mutamento di rotta
loc.s.m.
CO
virata
mutamento linguistico
loc.s.m.
TS ling.
ogni modificazione subita da una lingua nella sua evoluzione storica
mutamento sociale
loc.s.m.
CO
ogni cambiamento non temporaneo che si verifica nella struttura o nei maggiori sistemi di una singola società o nell’intera società umana.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità