neoplatonismo

ne|o|pla|to||ṣmo
s.m.
1875; comp. di neo- e platonismo.


TS filos.
1. indirizzo filosofico alessandrino diffusosi tra il II e il VI sec. d.C. che, sincretizzando elementi platonici, stoici, aristotelici e della cultura orientale, elaborò una complessa metafisica secondo cui Dio sarebbe l’Uno inconoscibile e ineffabile e la realtà la sua emanazione molteplice e gerarchicamente strutturata
2. movimento filosofico diffusosi nel Quattrocento spec. a Firenze, che propose un rinnovamento dell’uomo, della società e del cristianesimo attraverso il ritorno alla dottrina platonica
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità