opalina

o|pa||na
s.f.
1895 nell'accez. 5; cfr. fr. opaline; nell’accez. 5 cfr. lat. scient. Opalina o Opalinata, per il colore lattiginoso.


1. TS industr. tipo di vetro traslucido, la cui opalescenza è dovuta alla diversità degli indici di rifrazione fra vetro e diverse sostanze incolori, alla formazione di bollicine gassose o a fenomeni di devetrificazione | CO oggetto, spec. vaso o lampada, fabbricato con tale materiale: una collezione di opaline artistiche
2. TS chim. in ceramica, opacizzante costituito da una miscela di ossido di cerio con altri ossidi di terre rare
3. TS tess. stoffa leggera di cotone, a trama rada, dalle trasparenze di colore giallo azzurrino, usata spec. nella confezione di biancheria da donna
4. TS cart. tipo di cartoncino lucido usato spec. per biglietti da visita; anche agg.: carta opalina
5. TS zool. protozoo del genere Opalina o della classe delle Opaline, commensale o inquilino degli Anuri | con iniz. maiusc., genere dell’ordine degli Opalinidi cui appartiene l’Opalina ranarum, di aspetto fogliaceo, che si diffonde per cisti che viene ingerita dai girini | pl. con iniz. maiusc., classe del phylum dei Protozoi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.