orare

o||re
v.intr. e tr.
2ª metà XII sec; dal lat. ōrāre, propr. “pronunciare una formula rituale”, der. di os, oris “bocca”.


LE
1. v.intr. (avere) rivolgere preghiere: orava a’ numi | ne l’entrar de le porte (Carducci)
2. v.tr., supplicare, chiedere pregando: orando grazia, conven che s’impetri | grazia da quella che puote aiutarti (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.