paralisi

pa||li|ṣi
s.f.inv.
av. 1288; dal lat. paralўsi(n), dal gr. parálusis, der. di paralúō “sciolgo, rilasso”.


1a. AD TS med. perdita della sensibilità e della motilità volontaria o involontaria dovuta a lesioni a carico delle vie nervose motorie | estens., soppressione di una o più funzioni neurologiche non motorie
1b. BU condizione di torpore intellettuale, psichico e morale, di incapacità a decidere, riflettere, agire
2. AD fig., arresto, blocco temporaneo o definitivo di un’attività o delle normali funzioni di un’attività, di un complesso di attività: paralisi del traffico, dei commerci | fig., condizione di crisi, situazione di stasi: paralisi politica, economica

Polirematiche

paralisi cerebrale
loc.s.f.
TS med.
encefalopatia congenita dell’infanzia con prevalenti sintomi a carico del cervelletto
paralisi flaccida
loc.s.f.
TS med.
perdita della motilità volontaria che si accompagna a diminuzione del tono muscolare e a scomparsa dei riflessi profondi
paralisi infantile
loc.s.f.
TS med.
=> poliomielite anteriore acuta
paralisi isterica
loc.s.f.
TS med.
perdita apparente della motilità di un distretto muscolare in soggetti isterici, priva di una giustificata causa di lesione organica
paralisi spastica
loc.s.f.
TS med.
perdita della motilità volontaria che si accompagna ad aumento del tono muscolare e contrattura.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità