pentimento

pen|ti|mén|to
s.m.
av. 1257;


CO
1a. sentimento di rimorso o rammarico per aver trasgredito una legge morale o religiosa, cui si accompagna il proponimento di evitare la stessa azione nell’avvenire: profondo e sincero pentimento, mostrare, provare pentimento | nell’etica cristiana, dolore e rimorso per colpe e peccati commessi trasgredendo le leggi divine e i comandamenti cristiani
1b. estens., rammarico, rincrescimento per aver compiuto o non compiuto un’azione, per aver tenuto un comportamento diverso da quello che sarebbe stato opportuno o preferibile tenere
1c. TS dir.pen. collaborazione di criminali con la giustizia, che può costituire un’attenuante per una notevole riduzione della pena
2a. CO estens., cambiamento di opinione, di parere, di comportamento: una scelta che non ammette pentimenti
2b. CO correzione apportata da un autore a un testo già compiuto o alla riedizione di uno scritto | cambiamento apportato da un pittore alla sua opera in una parte già eseguita
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.