perché

per|ché
avv., cong., s.m.inv.
av. 1250; comp. di per e 1che.

FO
I. avv. in proposizioni interrogative dirette o indirette, per quale motivo o per quale scopo: p. ridete?, mi  chiedo p. tu l'hai, l'abbia fatto; con verbo all'inf.: p. rinunciare?, p. non dirmelo prima?; preceduto da e, o, ma: e p. hai aspettato così tanto?, e p., mi domando?, ma p. proprio io?; seguito da mai con valore enfatico: p. mai non l'hai detto prima?, vorrei sapere p. mai sei così in ritardo; anche ellitticamente: «Non  vengo» «P.?», spiegami p., non so p. | seguito da non, come invito a fare qcs.: p. non vieni con noi?, p.  non mangiarci una pizza? | in loc.pragm., p. no?, per esprimere la disponibilità a fare qcs.: «Esci  stasera?» «P. no?»
II. cong.
1a. OB in proposizioni causali che seguono la principale, poiché: sono stanco perché ho lavorato fino a tardi, lo dico perché ti voglio bene, prendi l’ombrello perché potrebbe piovere | colloq., perché sì, perché no, perché due non fa tre, come risposta poco garbata, quando si voglia evitare una spiegazione o troncare una discussione | in proposizioni causali premesse alla principale, spesso correlato a perciò o così, per enunciare una causa già nota
1b. LE per la qual cosa: come più e più verso noi venne | l’uccel divino, più chiaro appariva, | per che l’occhio da presso nol sostenne (Dante); anche preceduto da art.det.
1c. CO colloq., in funzione di pron.rel., per cui: questo è il motivo perché sono venuto
2. FO in proposizioni finali, con verbi al congiuntivo, affinché: perché fiorisca, questa pianta ha bisogno di molto calore
3. FO in proposizioni consecutive, con verbi al congiuntivo: il libro è troppo banale perché ti possa piacere
4. LE con valore concessivo, benché: perché ne’ vostri visi guati | non riconosco alcun (Dante)
5. OB LE con valore dichiarativo, che: che val perché ti racconciasse il freno | Iustiniano se la sella è vota? (Dante)
6. OB   LE  con valore ipotetico, se: e voi non gravi | perch’io un poco a ragionar m’inveschi (Dante)
III. s.m.inv. FO
1. causa, scopo: spiegami il perché del tuo comportamento
2. domanda, dubbio: i mille perché dei bambini

Polirematiche

chi sa perché
loc.avv.
var. => chissà perché
chissà perché
loc.avv.
CO
indica dubbio, incertezza riguardo al motivo o alla causa di qcs.: ha fatto questo chissà perché
dire a nuora perché suocera intenda
loc.v.
CO
parlare a nuora perché suocera intenda
parlare a nuora perché suocera intenda
loc.v.
CO
riferire qualcosa in via indiretta, fingere di parlare ad altri per far intendere cose spiacevoli a una persona presente che non le vorrebbe sentire
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.